Verona, 36 anni fa lo scudetto vinto dall'Hellas di Bagnoli

accadde oggi
verona scudetto

Il 12 maggio 1985, grazie all'1-1 sul campo dell'Atalanta, l'Hellas di Osvaldo Bagnoli conquistò l'unico tricolore della sua storia. L'ultimo scudetto "di provincia" della nostra Serie A, un'impresa raggiunta dalla squadra 'operaia' rimasta nel cuore di tutti

La dimostrazione che nessun sogno è così grande da non poter essere realizzato. Era il 12 maggio 1985 quando, una squadra guidata da un grande condottiero come Osvaldo Bagnoli, riuscì nell'impresa di conquistare lo scudetto in quel di Verona, dove nessuno ci era mai riuscito prima (e neanche dopo fino a oggi). L'ultimo scudetto "di provincia", reso possibile dalla voglia e dallo spirito di giocatori desiderosi di mettere tutte le armi in campo per sconfiggere un avversario magari più forte tecnicamente. Era la squadra 'operaia', dove il sudore e il sacrificio furono ingredienti vitali per fare la storia del club, della città e di tutta la Serie A. Le parate di Garella, la leadership del capitano Tricella, le geometrie e la corsa di Di Gennaro, i gol del danese Preben Elkjær Larsen, l'esperienza del tedesco Briegel. Un campionato condotto dall'inizio, conteso lungamente all'Inter in un bellissimo duello a distanza a cavallo tra i due gironi, e poi portato a casa grazie a un rush finale quasi senza macchie. Bastò l'1-1 in casa dell'Atalanta, alla penultima giornata, in quel 12 maggio di 36 anni fa, per dare all'Hellas l'aritmetica certezza del tricolore e far partire la festa in città. Una gioia che da quelle parti non si è più vista e che rende ancora più memorabile l'impresa compiuta dai ragazzi di Bagnoli, eroe eterno dei colori gialloblù.

Bagnoli

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche