Roma, nuovo stadio: addio a Tor di Valle, ma i Friedkin vogliono impianto di proprietà

roma

Dopo la revoca dell'interesse pubblico su Tor di Valle da parte del Campidoglio, la Roma deve trovare un nuovo sito per lo stadio di proprietà. Impianto che resta un obiettivo concreto dei Friedkin, che inizieranno nelle prossime settimane gli incontri preliminari per trovare un'alternativa

Lo stadio a Tor di Valle non s'ha da fare, ma i Friedkin sono già al lavoro per trovare un'alternativa e regalare un impianto di proprietà confortevole e avveniristico al club giallorosso. Dopo la revoca sull'interesse pubblico nell'area di Tor di Valle da parte dell'Assemblea Capitolina, la nuova proprietà della Roma è pronta a sedersi al tavolo con l'amministrazione cittadina per individuare un altro luogo dove poter costruire la nuova casa della Roma. I Friedkin sono interessati a mettere in piedi il miglior stadio possibile per godersi lo spettacolo del calcio, senza uffici o altri edifici nelle zone limitrofe come prevedeva il progetto precedente.

Totti, buon rapporto con i Friedkin ma al momento nessun approccio

I Friedkin restano anche in buoni rapporti con Francesco Totti, ma al momento non c'è stato un vero passo avanti per riportarlo in società. Nessuna richiesta all'ex capitano, oggi impegnato nel ruolo di talent scout con la sua agenzia. E l'impressione è che la situazione resterà questa ancora per un po', nonostante la stima reciproca con José Mourinho.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche