Atalanta-Sassuolo, Gasperini: "Ora non siamo da Champions ma potremo esserlo"

atalanta

L'allenatore dell'Atalanta analizza il match vinto con il Sassuolo e parla anche degli obiettivi della sua squadra: "E' stata una gara bella anche per merito degli avversari, il risultato è giusto perché nel primo tempo meritavamo qualcosa in più. Scudetto o Champions? Non abbiamo la struttira ad oggi per stare nelle prime quattro ma potremo trovarla"

C'è soddisfazione nelle parole di Gian Piero Gasperini dopo il prezioso e complicato successo ottenuto contro il Sassuolo: "E' stata una bella partita sia per merito nostro che per merito del Sassuolo - dice - E’ stata una gara aperta, il secondo tempo abbiamo anche sofferto, il primo meritavamo di avere un vantaggio più sostanzioso, ma il risultato penso sia giusto". Sulla prestazione di De Roon: "Deve ritrovare un po’ di precisione perché è stato fuori a lungo - spiega - Ma in generale dobbiamo crescere sul piano tecnico, perché ora siamo troppo apprensivi e sbagliamo cose semplici, credo sia un aspetto abbastanza agevole da migliorare ma è quello che in questo momento ci penalizza". Sulle condizioni di Muriel per dare un cambio a Zapata: "Siamo fiduciosi di riaverlo presto, ha avuto una lesione muscolare e bisogna essere cauti ma speriamo di riaverlo presto".

"Contro Inter e Milan capiremo chi siamo"

approfondimento

Atalanta-Sassuolo 2-1, gol e highlights

Sulle reali potenzialità della squadra che rispetto alla scorsa stagione ha cambiato qualcosina: "Non abbiamo mai l’obiettivo dello Scudetto o della Champions, cerchiamo di capire cosa possiamo fare contro le altre squadre e quanto possiamo essere competitivi - spiega ancora - Quest’anno ci sono tante squadre che si sono rinforzate e possono togliere punti. E’ un campionato molto equilibrato. In questo momento non abbiamo la struttura di una squadra che può arrivare tra le prime quattro ma possiamo trovarla. La squadra è andata forte anche stasera, per riuscire a essere più competitivi dobbiamo essere più bravi sotto l’aspetto tecnico". Nelle prossime due gare, l'Atalanta affronterà prima l'Inter e poi il Milan, un doppio banco di prova molto importante: "Sono squadre molto forti, insieme al Napoli sono le più forti, noi dobbiamo capire nello scontro contro di loro dove andiamo a sbattere. Non saranno partite decisive per i punti ma in questo senso sì"

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche