Mourinho dopo Lazio-Roma: "Noi i più bravi, arbitro e Var non all'altezza"

ROMA
©Ansa

L'allenatore portoghese dopo il ko nel derby: "Il calcio italiano è migliorato tanto, ma purtroppo in una partita fantastica l'arbitro e il var non sono stati all'altezza. Credo che la mia squadra sia stata la più brava in campo"

LAZIO-ROMA 3-2, GLI HIGHLIGHTS - LE FOTO PIU' BELLE DEL DERBY

È una sconfitta tra tanti rimpianti quella subita dalla Roma nel derby contro la Lazio secondo José Mourinho. Il 3-2 dell'Olimpico, secondo l'allenatore portoghese, non rispecchia i valori visti in campo: "Abbiamo giocato e dominato, abbiamo messo la Lazio in difficoltà - spiega Mourinho - Noi siamo stati in difficoltà per dieci minuti. Meritavamo un risultato diverso, l'arbitro è stato decisivo". Proprio la gestione del match da parte dell'arbitro ha fatto storcere il naso al portoghese: "Il calcio italiano è migliorato tanto, ma purtroppo in una partita fantastica l'arbitro e il var non sono stati all'altezza. Sul secondo gol della Lazio l'arbitro ha sbagliato in campo e il var ha sbagliato fuori. Da 2-0 poteva essere 1-1. C'era anche il secondo giallo su Leiva, ci sono state 2/3 situazioni simili a quella di Pellegrini, ma in questo caso non c'è stato alcun cartellino".

"Noi i più bravi in campo"

leggi anche

Show all’Olimpico, la Lazio vince il derby 3-2

Ben oltre l'amarezza, Mourinho guarda quanto di positivo fatto dai suoi: "Credo che la mia squadra sia stata la più brava in campo. Se abbiamo subito tre gol è perché abbiamo sbagliato qualcosa, ma il secondo e il terzo gol sono arrivati in contropiede. Dopo il gol di Milinkovic abbiamo reagito, abbiamo avuto subito una reazione, dimenticando il risultato e l'errore, reagendo da squadra. Una squadra che sta perdendo deve rischiare come noi abbiamo fatto".

"Zaniolo, partita fantastica"

Lo Special One ha poi speso parole d'elogio per Zaniolo: "La sua è stata una partita fantastica, peccato per l'affaticamento che non gli ha permesso di chiudere il match. Abbiamo avuto delle situazioni dove ha distrutto gli avversari in progressione. Bravo lui e bravo anche Mkhitaryan, ma sono contento in generale della mia squadra".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche