Pisa, Gattuso: "Rinnovo? Priorità ai calciatori"

Serie B

L’allenatore ha poi fatto il punto sulle condizioni degli infortunati e sul momento della squadra: "Sono molto soddisfatto di questo risultato, essere la miglior difesa del torneo è motivo d’orgoglio. Ero preoccupato prima di questa partita ma ho avuto ottime risposte"

Ancora uno 0-0 per il Pisa, dopo la vittoria per 4-2 sull’Ascoli la formazione allenata da Gennaro Gattuso ha conquistato un punto all’Arena Garibaldi contro il Carpi. I nerazzurri, dunque, si trovano ora la quattordicesimo posto in classifica con 32 punti e nella prossima partita, in programma sabato, affronteranno la Spal. Nel post partita Gattuso ha parlato di numerose situazioni, dalla gara al momento dei suoi calciatori, fino al futuro suo e dei giocatori. Queste le riflessioni dell’allenatore: "Sono molto soddisfatto di questo risultato. Ero preoccupato prima di questa partita e non ci vuole uno scienziato per capire come gioca il Carpi, sono sempre una squadra dura da affrontare. Nel primo tempo mi hanno impressionato perché ci hanno pressato alti, nel secondo tempo invece avremmo meritato anche qualcosa in più. Vedere il Carpi esultare a fine partita mi soddisfa perché per noi non era per niente facile. Mi dispiace solo di non aver capito subito che dovevamo giocare come stavano giocando loro. Ho grande rispetto per la scelta dei tifosi, tanto di cappello a loro. Si è vista comunque la differenza tra la bolgia del secondo tempo e quello che è accaduto nel del primo".

"Manaj? Forse è condizionato dalla mancanza del gol, va comunque aspettato. Lazzari non lo invento io, oggi gli manca la continuità di passo ma stasera ha perso pochissimi palloni. Si tratta di un giocatore di esperienza, ha voglia e ci sta dando una grande mano. Per quanto riguarda Lisuzzo speriamo di averlo tra una decina di giorni in squadra. Su Tabanelli facciamo valutazioni di volta in volta, lui sta bene ma voglio che sia sicuro, ha bisogno di correre e di allenarsi intensamente. Landre dovrebbe avere ancora un paio di giorni di riposo. Varela sta correndo da cinque giorni, faremo le nostre valutazioni. Su Crescenzi affronteremo il discorso più avanti. La Spal è una squadra difficile da affrontare, ad oggi c’è grande rispetto ma non partiamo battuti. Oggi non è stata una bellissima partita ma è stata una gara tattica. Potevamo fare gol ma nessuna delle due voleva perdere, si fatica molto contro una formazione come il Carpi. Essere la miglior difesa è un motivo d'orgoglio, l'importante è muovere la classifica. Chi gioca contro di noi per batterci deve fare molta fatica", ha concluso.

I più letti