13 ottobre 2017

Cremonese, Tesser: "Il Cittadella è una bella realtà, ma vogliamo vincere. Paulinho? Nessun problema"

print-icon
tes

Attilio Tesser, allenatore della Cremonese

L'allenatore della Cremonese ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della trasferta contro il Cittadella: "Una bella realtà, ma con umiltà e concentrazione possiamo fare una buona partita"

L'incredibile pareggio strappato contro la Ternana può rappresentare una spinta in più per la Cremonese, attesa dalla difficile trasferta contro il Cittadella di Roberto Venturato. Una partita che Attilio Tesser vuole vincere e che ha presentato nella conferenza stampa di vigilia: "Cittadella? Una bella realtà del calcio italiano e della Serie B. Con qualche giovane interessante ma una base sempre solida. È una squadra che dimostra di essere in salute, per Venturato parlano i numeri e gli apprezzamenti che riceve. Noi dovremo essere bravi a fare la partita giusta. Con fiducia, umiltà e concentrazione, possiamo fare bene. Il nostro obiettivo? Costruire qualcosa, giocando sempre per vincere la partita. A volte si può speculare su un pareggio, ma non sempre".

Su Paulinho e le scelte di formazione

"Domani ci sarà sicuramente qualche cambio. Arini giocherà, Castrovilli andrà in panchina, mentre Croce non verrà convocato". Su Paulinho, uscito contrariato domenica, Tesser è chiaro: "Non c'è stato nessun problema. Lui è importante per noi, ma non voglio caricarlo eccessivamente di responsabilità. Questa settimana ha fatto bene, spero si ripeta in partita. Può capitare di non essere brillanti. Ho comunque tanta scelta: meglio così, deve essere la forza di una squadra. Scappini? Impressionante la sua capacità realizzativa. In area è bravissimo, sbaglia poco. Ogni allenatore vorrebbe avere un giocatore come lui".

 

October Best: abituatevi al meglio, su Sky è di serie

I PIU' VISTI DI OGGI