Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
20 ottobre 2017

Pochesci: "Firmare per il pari? Mai. Noi la squadra più pazza della B"

print-icon
Sandro Pochesci - Ternana

Sandro Pochesci, allenatore della Ternana (Getty)

"Voglio una squadra cattiva, non firmo per il pareggio". Queste le parole dell'allenatore degli umbri in sala stampa, prima della sfida contro l'Ascoli: "Oggi siamo finalmente una squadra di Serie B, non lo eravamo due mesi fa"

"Siamo la squadra più pazza del campionato!". Mai banale Sandro Pochesci, allenatore della Ternana dall'inizio dell'estate. E dopo il 4-2 dell'ultima giornata non ha intenzione di fermarsi: "Non firmo per il pareggio, neanche contro Milan e Juventus...". Ora l'Ascoli, ma la Ternana non ha nessuna intenzione di fermarsi. Di continuare la sua corsa verso squadra rivelazione: "Quando ci si affida al proprio credo - ribadisce Pochesci in conferenza stampa prima della sfida - si può vincere con tutti, ma non possiamo dimenticare che siamo la penultima peggior difesa del campionato insieme al Foggia, che come noi ha una media alta di gol fatti". 

"Non firmo per il pari!"

Niente pari? "Mai, neanche con il Milan o la Juve. Io non mi accontento di perdere l'emozione di poter vincere, non possiamo iniziare una stagione pensando che ci vogliamo salvare, non possiamo partire da perdenti: io voglio sempre il massimo dalla vita, perchè le cose belle sono quelle che la gente non si aspetta". Poi su Zanon, ha qualche chance in vista dell'Ascoli: "Se gioco a quattro lo faccio giocare. Zanon è un ottimo giocatore, è giovane e deve trovare il suo equilibrio, come Ferretti. Sono entrambi validi, ma io devo ancora decidere se giocare a quattro o a tre. Qualcuno dice che il calcio è fatto di numeri, io che è fatto di principi".

"Siamo la squadra più pazza del campionato"

E ancora: "Siamo la squadra più pazza del campionato perchè noi col tre abbiamo fatto tutto. Stiamo messi bene quando facciamo le azioni di attacco, sembra che i giocatori giochino insieme da tre anni: come gioco stiamo avanti. Ma stiamo indietro nella gestione della partita, non sappiamo dare l'impressione di saper chiudere la partita, possiamo perdere e vincere con la prima o con l'ultima. Quando si affida al proprio credo può vincere con tutti, ma non possiamo dimenticare che siamo la penultima peggiore difesa del campionato insieme al Foggia, che come noi ha una media alta di gol fatti: giochiamo a viso aperto, c'è tanta sorpresa, ci sorprendiamo di tanti giocatori. Stiamo al 40% sotto l'aspetto della gestione, a un 70% sotto l'aspetto del bel gioco. Oggi siamo una squadra di Serie B, non lo eravamo due mesi fa". 

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi