Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
08 dicembre 2017

Spezia-Foggia 1-0, decide Gilardino. Gol e highlights

print-icon

Al Picco i padroni di casa si confermano una corazzata e inchiodano i pugliesi al terzultimo posto della classifica. La squadra di Stroppa, al terzo ko consecutivo, non vince dallo scorso 12 novembre (2 a 0 ad Ascoli)

CLICCA QUI PER RIVIVERE SPEZIA-FOGGIA

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

SPEZIA-FOGGIA 1-0

31' Gilardino

L’ultimo anticipo della diciottesima giornata di Serie B mette a confronto due squadre opposte come Spezia e Foggia: la squadra di Gallo ha finora costruito il suo campionato nel suo fortino, il Picco, soffrendo invece in trasferta dove non è riuscita a vincere nemmeno una partita; di contro, il Foggia ha invece mantenuto un buon rendimento fuori casa e ha fatto fin qui un’enorme fatica allo Zaccheria. Le due squadre sono separate da due punti in classifica (20 lo Spezia, 18 il Foggia) e vogliono entrambe confermare le loro abitudini. In avvio però la partita è piuttosto bloccata, le squadre sono attente in fase difensiva e concedono pochissimo. L’equilibrio rischia di essere rotto già al 4’, con Gilardino pescato sotto porta. Il suo tiro, alto, si rivela però inutile dato che il guardialinee ferma tutto per fuorigioco: è l’unico sussulto nella prima parte di gara. L’assetto tattico del Foggia, un 3-5-2 più accorto, sacrifica qualcosa alla fase offensiva ma garantisce più accortezza dietro. Poco prima della mezz’ora però lo Spezia alza la pressione e crea la vera prima chance: discesa di Marilungo sulla sinistra, l’attaccante trova dalla linea di fondo Lopez ma l’uruguaiano non riesce a concludere dal vertice dell’area piccola per un intervento della difesa foggiana. È il preludio al gol, che arriva due minuti dopo: 31’, cross dalla sinistra dello stesso Lopez e colpo di testa da grande attaccante di Alberto Gilardino, bravissimo a colpire il pallone indietreggiando e a spedirlo all’angolino. Niente da fare per Tarolli, portiere del Foggia di ben 15 anni più giovane del campione del Mondo. Per Gilardino è il secondo gol stagionale, il secondo anche in Serie B: una rete che dimostra che nonostante l’età, talento ed istinto siano ancora di un’altra categoria. Il gol subito smuove il Foggia, che fino a quel momento si era difeso bene senza però creare pericoli a Di Gennaro: al 33’ tentativo di Beretta dal limite dell’area, ma il suo tiro finisce a lato; quattro minuti dopo è invece Agnelli a provarci, ma Di Gennaro devia in calcio d’angolo un pallone che si sarebbe spento sull’esterno della rete.

Lo Spezia comincia meglio il secondo tempo, gestendo il vantaggio e cercando il 2-0 con Marilungo, che al 48’ non riesce a impattare un interessante cross di Mastinu. Dopo 10’ però esce il Foggia, che comincia a schiacciare la squadra di Gallo nella propria metà campo, creando occasioni (alcune clamorose) per arrivare al pareggio: dopo una punizione non sfruttata da Agnelli, è Floriano a provare il destro da fuori ma il tiro, potente, finisce alto. Al 60’ Stroppa si gioca il primo cambio: entra Chiricò, esce Floriano. E l’attaccante ha subito un’occasione colossale: colpo di tacco geniale di Vacca, Chiricò è solo davanti a Di Gennaro ma il suo pallonetto finisce largo e fa arrabbiare Beretta, che seguiva l’azione e avrebbe voluto essere servito per colpire a porta vuota. Lo Spezia soffre, ma quando riesce a uscire sa rendersi pericoloso: al 65’ è ancora Marilungo ad andare vicino al raddoppio, ma Tarolli in uscita bassa dice di no. Si tratta però di un episodio isolato, il forcing del Foggia non si attenua. Tra il 68’ e il 69’ altre due potenziali occasioni per la squadra di Stroppa: prima De Col anticipa Beretta sotto porta, poi è lo stesso Beretta a mettere un cross dentro l’area sul quale Vacca non arriva in tuffo. Nel Foggia entrano anche Fedato e Rubin, Gallo manda invece in campo Forte, Vignali e Granoche, che prende il posto di Gilardino: per l’autore del gol tanti applausi. Fedato ci prova ancora da fuori al 81’, ma è lo Spezia a sfiorare il 2-0: grande giocata di Granoche sulla sinistra e cross su cui Vignali non riesce a segnare da due passi. La grande occasione per il Foggia arriva nel primo dei quattro minuti di recupero: colpo di testa di Vacca su cross dalla destra, ma il centrocampista colpisce debolmente. È l’ultimo sussulto degli ospiti, lo Spezia riesce a gestire senza ulteriori patemi e vince la partita: Gallo torna alla vittoria dopo lo stop di Cremona e lo Spezia continua a macinare punti in casa; per il Foggia invece è la terza sconfitta consecutiva, frutto di una prestazione non brillante a differenza di molte trasferte precedenti.

 

Tabellino

Spezia (4-3-1-2): Di Gennaro; De Col, Terzi, Giani, Lopez; Maggiore (64' Forte), Bolzoni, Pessina; Mastinu (72' Vignali); Gilardino, Marilungo.
All. Gallo

Foggia (3-5-2): Tarolli; Coletti, Camporese, Martinelli; Gerbo (72' Fedele), Agnelli, Vacca, Celli (75' Rubin); Beretta, Floriano (60' Chiricò).
All. Stroppa

Note: Ammoniti Lopez (S), Agazzi (F) e Agnelli (F)

SERIE B, TUTTI I GOL

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi