Serie C, Girone C: risultati e classifica dopo la 32ª giornata

Serie C

I ragazzi di Lucarelli si impongono 6-0 sulla Paganese, successo anche per il Trapani che avvicina la vetta visto che il Lecce - ancora primo - perde in casa della Casertana. Ok anche Catanzato, Andria e Matera. Pareggia la Juve Stabia

Un Catania travolgente apre, con la sua gara delle 14:30, la 32ª giornata del girone C di Serie C. Paganese sconfitta 6-0 al Massimino, decidono le reti di Biagianti, Barisic (autore di una doppietta), Mazzarani, Curiale e Bogdan. Una partita senza storia chiusa già dopo i primi 45 minuti di totale dominio, i giocatori guidati da Lucarelli la chiudono poi nella ripresa aumentando il passivo per la Paganese che resta così ferma a quota 28 punti. Salgono a 60 i rossazzurri che nel prossimo turno saranno ospiti del Catanzaro. Vittoria interna anche per la Casertana che sconfigge il Lecce capolista. 1-0 il risultato finale, i giallorossi vengono colpiti al 45’ dalla rete di Turchetta al termine di un primo tempo molto tattico e povero di emozioni. Nella ripresa i ragazzi di Liverani non riescono a ribaltare lo svantaggio e incassano così la terza sconfitta stagionale. Ottima giornata invece per la squadra guidata da D’Angelo che si ritrova a ridosso della zona play-off con i suoi 39 punti in classifica. Rimane ferma 64 la formazione pugliese. Stesso risultato anche nella partita tra Rende e Trapani, i siciliani vincono e avvicinano così la vetta salendo a quota 60 punti; decide un gol segnato al 6’ da Pagliarulo. Nella ripresa poche le emozioni create nonostante l’impegno che ci hanno messo le due squadre che non sono però riuscite a tirare molto in porta. Il risultato per il Trapani è prezioso in vista del prossimo appuntamento contro il Matera. Prosegue invece nel suo periodo negativo il Rende che rimane fermo a quota 43 punti in attesa di affrontare il Monopoli.

Nell’ultima gara giocata alle 14:30 la Sicula Leonzio è stata sconfitta 2-1 in casa dell’Andria: Lattanzio e Tiritiello firmano i gol della vittoria per la squadra guidata da Papagni, inutile il gol segnato da Lescano al 25’. I tre punti vanno così alla formazione di casa che nel primo tempo non si è resa molto pericolosa ma nella ripresa è riuscita a completare la sua rimonta salendo così a quota 31 punti. Rimane invece ferma 38 la Sicula Leonzio che nel prossimo turno affronterà il Fondi. Passando poi alle partite giocate alle 16:30, vittoria esterna per il Catanzaro in casa del Monopoli, i giallorossi ottengono tre punti d’oro grazie alle reti firmate da De Giorgi e da Zanini, entrambe nella ripresa e a distanza di pochi minuti. Il primo tempo non aveva regalato particolari emozioni mentre i secondi 45 minuti vedono la formazione di Pancaro superare quella pugliese e salire così a quota 35 punti. In attesa di vedersela con il Rende nel prossimo turno, restano fermi a 42 i ragazzi allenati da Giuseppe Scienza. Pareggiano Virtus Francavilla e Juve Stabia: 0-0 il risultato finale in una gara senza particolari sussulti che alla fine consegna un punto a testa. La formazione campana sale così al quinto posto a quota 46 punti mentre la Virtus resta staccata di 10 punti, al 13º posto a 36.

A chiudere la giornata il confronto tra il Matera quarto in classifica e il Bisceglie, il successo è andato alla squadra di casa grazie alle reti segnate da Maimone e da Sernicola a pochi secondi dai fischio finale. Succede tutto negli ultimi minuti di partita, il Bisceglie pareggia momentaneamente all’88’ con D’Ursi ma alla fine la squadra pugliese rimane ferma a quota 37 punti. Sale invece ha +10 sull’avversario di giornata la squadra guidata da Auteri. Termina invece con un pareggio la partita tra Cosenza e Akragas: i lupi vengono così fermati sullo 0-0 in casa, il primo tempo vedere la squadra di Occhiuzzi condurre il gioco senza però riuscire a sbloccare la partita. Poco cambia anche nella ripresa ma l’Akragas - reduce da un periodo difficile - riesce a resistere in difesa e a portarsi così a casa un punto che le permette di salire a quota 12. Sono invece 41 i punti del Cosenza, che si trova al nono posto. A completare la giornata il posticipo in programma domani tra Siracusa e Reggina, con i siciliani al sesto posto a quota 46 che vogliono prolungare il loro momento positivo contro la formazione calabrese reduce dal successo contro la Casertana.

I più letti