Serie C, girone B: pari Padova, promozione rimandata

Serie C

La squadra di Bisoli passa in vantaggio contro la Fermana (che resta anche in 10 ) ma subisce il pareggio a pochi minuti dal fischio finale. Appuntamento con la B rimandato, si attende di conoscere il risultato della Reggina - nel posticipo contro il Bassano

Il Padova pareggia in casa della Fermana e non riesce a conquistare l’aritmetica promozione in Serie B nella 36ª giornata del girone B di Serie C. La squadra allenata da Bisoli non centra quindi per ora l’obiettivo stagionale al primo match point, con due giornate di anticipo rispetto alla fine del campionato regolare di Serie C. La squadra veneta ha finora dominato il girone B e con quello conquistato oggi il Padova si porta momentaneamente a quota 59 punti in classifica. A segnare il gol del vantaggio era stato Capello al 63’ dopo un primo tempo terminato giustamente sullo 0-0. L’equilibrio si sblocca nella ripresa e per i veneti sembra fatta visto che pochi minuti dopo la Fermana resta anche in 10 per l’espulsione di Petrucci. Il pareggio però arriva al 79’ con Gennari di testa e il risultato non cambia più fino al novantesimo nonostante la spinta della squadra ospite e dei cambi tentati da Bisoli per provare a trovare un nuovo vantaggio.

 Appuntamento con la B rimandato, dunque, il Padova conquista un altro punto sulla Samb (e pesantemente sconfitta quest’oggi dal Pordenone) e si porta così a +7 sulla seconda e a +8 sulla terza impegnata nel posticipo. Un po’ delusi i 700 tifosi che avevano seguito il gruppo a Fermo con la speranza di poter festeggiare il ritorno in Serie B quattro anni dopo l’ultima volta e come già era accaduto nelle ultime occasioni. Le ultime promozioni della squadra, infatti - dagli anni Novanta in poi - erano arrivate tutte lontano da casa. Nulla di fatto, per ora, nonostante un lungo recupero pieno di episodi combattuti. La squadra di Bisoli giocherà il prossimo match in casa della Reggiana al momento terza in classifica ma attende possibili novità positive già dalla gara tra la stessa Reggiana e l'Albinoleffe. Se la squadra granata non dovesse vincere i veneti potrebbero centrare l’obiettivo stagionale che quest’oggi è sfumato a Fermo.

Nelle altre gare di giornata vittoria del Fano in casa della Triestina. Decide una rete di Rolfini al 76’ dopo un primo tempo con pochi tiri in porta e tutti della Triestina. Il gol arriva a un quarto d’ora dalla fine e permette così alla formazione di Oscar Brevi di salire a quota 34 punti mentre i friulani rimangono fermi a 42 in attesa di incontrare la Feralpisalò. Appuntamento in casa contro il Teramo per i vincitori della gara di oggi. Vittoria esterna anche per il Gubbio in casa del Bassano, la rete di Bergamini nel finale di gara regala tre punti alla squadra allenata da Sandreani. Sale così a 36 punti una formazione capace di imporsi con un secondo tempo molto intenso, resta invece ferma a 47 la formazione guidata da Colella che nel prossimo turno giocherà contro il Vicenza. Vince nettamente il Pordenone in casa contro la seconda in classifica Sambenedettese, il 4-0 finale è firmato da una tripletta di Zammarini e da una rete di Magnaghi. La squadra di Rossitto è travolgente e dopo aver aperto le marcature nel finale di primo tempo chiude i giochi nella ripresa senza lasciare diritto di replica ai ragazzi di Capuano. Sale a quota 45 punti la formazione friulana mentre resta ferma a 52 la Samb.

Perde invece 2-0 il Vicenza contro il Ravenna, a segno Magrini e Venturini capaci di consegnare tre punti alla loro squadra e di salire così a 42 mentre resta fermo al fondo della classifica con 30 punti il Vicenza di Lerda. La gara giocata poi alle 16:30 tra Santarcangelo e Renate ha visto i nerazzurri sconfiggere gli avversari grazie a una rete di De Luca al 55’. Tre punti importanti per i ragazzi di Cevoli che salgono a 41 mentre il Santarcangelo di Zeman rimane a 33. L’ultimo successo di giornata è del Sudtirol che sconfigge 3-2 la FeralpiSalò grazie ai gol di Gyasi, Frascatore e Costantino. Il gol decisivo arriva nei minuti di recupero, con la formazione guidata da Toscano che era stata capace per due volte di pareggiare prima con Guerra poi con Marchi. Continuano così a sognare il quarto posto i ragazzi di Paolo Zanetti che nel prossimo turno affronteranno il Ravenna.

I più letti