Please select your default edition US
Set Default:
Go
Your default site has been set for 7 days
Caricamento in corso...
12 febbraio 2017

NBA, sono 17 per Belinelli ma vincono i Clippers

print-icon

Nona sconfitta nelle ultime dieci gare per Charlotte, piegata in casa nel finale dai Clippers 102-107. Tra i migliori dei suoi Marco Belinelli, autore di 17 punti in 27 minuti

Un Blake Griffin vicinissimo alla tripla doppia (20, 12 rimbalzi e 8 assist) e un Austin Rivers capace di segnare 16 dei suoi 18 punti nel decisivo secondo tempo sembrano sufficienti a spiegare la vittoria dei Clippers sul parquet degli Charlotte Hornets, ma la chiave della gara — lo confermano entrambi gli allenatori — è da cercare nel contributo delle panchine. Finisce 47-30 per gli ospiti (con 5 uomini a tabellone, guidati dai 22 di Jamal Crawford, miglior marcatore dei suoi) il confronto delle second unit, con gli Hornets che vedono la loro produzione ridursi a quella di due uomini, Marco Belinelli autore di 17 punti e Jeremy Lamb a quota 13. Con Ramon Sessions ancora fuori, Frank Kaminski forzatamente inserito in quintetto per l’ennesima assenza di Cody Zeller e senza poter più contare sui vari Jeremy Lin, Al Jefferson e Courtney Lee, fondamentali in uscita dalla panchina la scorsa stagione, coach Steve Clifford vede spesso i suoi affondare quando è costretto a far rifiatare i titolari. 

Il momento difficile degli Hornets — Charlotte infatti parte bene all’inizio, sfruttando il blackout offensivo dei Clippers (0/6 al via) e portandosi anche a +11 nel primo quarto. Sotto solo di due all’intervallo lungo, segna però solo 19 punti (con 7/24 al tiro) nel terzo periodo, condannandosi così a inseguire. I 16 punti di Rivers e i 12 di Crawford nella ripresa indirizzano infatti la gara a favore di L.A., nonostante Kaminski faccia di tutto — segnando 12 dei suoi 20 nell’ultimo quarto — per mantenere in gara i suoi. Nei possessi decisivi, però, Charlotte non riesce a ottenere quei defensive stop necessari per rientrare a giocarsi fino in fondo la partita e ha il suo abituale leader Kemba Walker in evidente riserva dal punto di vista fisico (per lui solo 4/18 dal campo con un atroce 1/9 da tre e 10 punti alla fine). Nonostante i 25 punti di Batum, miglior marcatore dell’incontro, Charlotte cede la nona gara nelle ultime dieci, la seconda su tre nella serie da 4 davanti al suo pubblico di casa che si conclude ospitando i Philadelphia 76ers. 

Belinelli nota positiva — Senza poter essere certo soddisfatto del periodo no della sua squadra, sicuramente non ha niente da rimproverarsi Marco Belinelli, che contro i Clippers chiude per la quinta gara in fila in doppia cifra, tirando bene dal campo (7/14) e contribuendo anche con 4 rimbalzi. I suoi punti (con quelli di Lamb e Kaminski) mantengono aggrappati gli Hornets alla gara fino alla fine, quando la maggior esperienza ad alti livelli dà forse ai Clippers — pur privi ancora della loro star Chris Paul, ai box per l’infortunio al pollice sinistro — il vantaggio decisivo.

Video

Tutti i siti Sky