Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Norman Powell ne segna 25: è lui a trascinare Toronto sul 3-2

NBA

Gira a mille il quintetto di Toronto: tutti e cinque i titolari di coach Casey chiudono in doppia cifra con 92 punti complessivi, ma nessuno fa meglio di Norman Powell, che ne segna 25 con 4/4 da tre. Toronto vince 118-93, va sul 3-2 e si guadagna il primo match point della serie

Alla sua seconda partenza in quintetto (sempre al posto di Jonas Valanciunas) Norman Powell si regala 25 punti con 8/11 al tiro e 4/4 da tre punti per trascinare Toronto alla comoda vittoria 118-93 di gara-5 che porta i canadesi sul 3-2 col primo match point da giocarsi in Wisconsin nella notte tra giovedì e venerdì, una gara – dice DeMar DeRozan – “da trattare come una gara-7”. Per il n°24 dei Raptors – definito da coach Casey “il fattore X della serie, la scintilla che ci ha accesi” – si tratta del massimo in carriera per una gara di playoff (aveva segnato 29 punti in tutte le sue prime 4 gare) che pareggia anche la sua miglior prestazione di stagione regolare. Non è stato solo Powell a rispondere presente in gara-5, visto che il quintetto di Toronto ha messo a tabellone 90 dei 118 punti di serata (18 in più dei titolari di Milwaukee), dopo aver contribuito con 65 punti di media nelle prime quattro gare della serie. Insieme a Powell, tutti in doppia cifra anche gli altri membri del quintetto: 19 con 8/10 al tiro per Serge Ibaka, 18 per DeRozan, 16 con 10 assist per un Lowry alle prese con problemi alla schiena ma stoicamente in campo e 12 per DeMarre Carroll, che nel post-partita rivela il segreto della rinascita dei Raptors nella serie: “Dopo l’umiliazione di gara-3 [104-77 il risultato finale della prima gara disputata a Milwaukee, ndr] abbiamo rivisto il video e ci siamo confrontati senza tenerci dentro davvero nulla. Può andar bene o può andar male, ma nel nostro caso dirci tutto in faccia è servito a ripartire”. Lo testimonia, oltre al risultato finale di gara-5, anche la percentuale al tiro dei canadesi, che hanno chiuso con il 57.7% dal campo, record di franchigia per una partita di playoff. 

Non basta Antetokounmpo

Milwaukee spreca la miglior prestazione personale di Giannis Antetokounmpo nei playoff: il greco infatti è autore di 30 punti con 12/19 dal campo a cui aggiunge anche 9 rimbalzi, un’area dove Milwaukee è andata clamorosamente sotto contro Toronto: solo 23 infatti quelli catturati dagli ospiti (contro i 40 dei Raptors) di cui soltanto 2 offensivi, tanto che i ragazzi di coach Kidd non hanno fatto registrare neppure un punto da secondi possessi offensivi in tutta la partita. Al n°34 dei Bucks hanno cercato di dar man forte ancora una volta un positivo Malcolm Brogdon, autore di 19 punti con 7/11 al tiro e 5 triple a segno, e Greg Monroe dalla panchina, capace di produrre 11 punti nei 22 minuti disputati. A fronte di buonissime percentuali dal campo (il 50% complessivo, oltre il 45% da tre punti) Milwaukee ha lasciato per strada preziosi punti dalla lunetta (solo 15/26) ma coach Kidd punta il dito soprattutto sulla difesa della sua squadra, poco pronta a inizio gara e incapace di arginare il parziale di 17-0 subìto nel primo quarto, chiuso da Toronto già in testa 31-20. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport