Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Goran Dragic rimpiazza Kevin Love: la point guard degli Heat è il primo All-Star sloveno

NBA

I 17 punti e 5 assist di media che porta in dote ogni sera ai suoi Miami Heat, quarta realtà nella Eastern Conference, hanno convinto il commissioner NBA Adam Silver a fare di Goran Dragic un All-Star

Paul George al posto di DeMarcus Cousins. Andre Drummond a sostituire John Wall. E ora Goran Dragic chiamato a prendere il posto di Kevin Love, l’ultimo All-Star che — causa infortuni — non potrà partecipare al weekend delle stelle di Los Angeles, previsto per il prossimo 16-18 febbraio. L’ultima nomina del commissioner NBA Adam Silver ha premiato quindi la point guard dei Miami Heat, reduce da un’estate da trionfatore (titolo europeo e premio di MVP della manifestazione) con la maglia della nazionale slovena. Il n°7 degli Heat diventa così il primo sloveno a meritarsi una convocazione alla partita delle stelle NBA, anche se Dragic è il primo a voler condividere l’onore con tutti i suoi compagni di squadra: “Il credito per questa convocazione va tutto a loro, senza i quali non sarebbe certo stato possibile”, le sue parole. “Mi hanno messo nelle migliori condizioni per giocare al meglio e ottenere un riconoscimento del genere, e per questo voglio ringraziarli pubblicamente”. Venuto a sapere della scelta di Silver mentre il bus della squadra stava portando i giocatori in palestra, coach Spoelstra ha voluto rendere pubblica la news prima del via dell’allenamento, sorprendendo il diretto interessato — all’oscuro di tutto — e scatenando la reazione spontanea dei suoi compagni, felicissimi del traguardo raggiunto dal loro leader. “Oggi le notizie viaggiano in tempo reale sui social ma per una volta siamo riusciti a fare una sorpresa a Goran ed è stato bello vedere lo shock sul suo volto all’annuncio della convocazione. Ogni giocatore del nostro gruppo era contento per lui, e questa è proprio la fotografia della nostra squadra: se qualcuno gioca bene e ottiene un riconoscimento, tutti sono felici”.

L'ottavo Heat di sempre a partecipare all'All-Star Game

Per Spoelstra poi la soddisfazione è anche doppia, perché l’allenatore di Miami riconosce nella chiamata del proprio playmaker “un tributo a un sistema vincente” (Miami è attualmente quarta a Est con un record di 29 vittorie e 22 sconfitte, ma è 56-30 con Dragic in campo da quando la point guard slovena è entrata a far parte del roster degli Heat). Per la squadra della Florida si tratta dell’ottavo giocatore del proprio roster mai convocato per l’All-Star Game e i nomi dei predecessori danno l’idea dell’onore riservato al playmaker sloveno: sono Alonzo Mourning, Tim Hardaway, Anthony Mason, Shaquille O’Neal, Dwyane Wade, Chris Bosh e LeBron James le altre sette stelle chiamate a partecipare a un All-Star Game come giocatori degli Heat. Dragic scenderà in campo allo Staples Center per il cosiddetto Team LeBron, quello selezionato dalla superstar dei Cavs.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche