Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, un nome nuovo per la panchina dei Toronto Raptors: Sarunas Jasikevicius

NBA
jasikevicius

La franchigia canadese ha tenuto a colloquio l'astro nascente delle panchine europee, capace di portare lo Zalgiris Kaunas fino alle Final Four di Eurolega. Il 42enne lituano e il presidente dei Raptors Masai Ujiri si sono incontrati nei giorni scorsi, ma rimane forte la concorrenza degli ex assistenti di Dwane Casey e di Ettore Messina

Con la panchina dei Detroit Pistons ridotta solamente a tre nomi, solamente una corsa all’altro posto di capo-allenatore disponibile in NBA rimane apertissima. E per il posto di lavoro ai Toronto Raptors è entrato un nome a sorpresa: Sarunas Jasikevicius. La leggenda del basket europeo si è affermato come uno dei giovani allenatori più interessanti nel Vecchio Continente, portando il suo Zalgiris Kaunas a una sorprendente qualificazione alle Final Four di Eurolega, meritandosi un colloquio con il presidente dei Raptors Masai Ujiri. Il capo della dirigenza dei canadesi era presente in Italia per il tradizionale camp di inizio giugno alla Ghirada di Treviso e proprio in quei giorni ha incontrato Jasikevicius per discutere della possibilità di affidargli la panchina di Toronto. Il 42enne lituano, oltre ad aver vinto tutto in Europa con le maglie di Barcellona, Maccabi e Panathinaikos, ha una lunga storia anche negli Stati Uniti, anche se non sempre è stato di successo: dopo aver frequentato l’università di Maryland giocando per coach Gary Williams, dal 2005 al 2007 ha giocato per due stagiona agli Indiana Pacers e ai Golden State Warriors, pur senza riuscire a lasciare il segno (6.8 punti e 2.9 assist in 18.3 minuti di media in 138 partite, più dieci presenze ai playoff). La carriera da allenatore, in compenso, sembra promettere di riprendere da dove ha lasciato come giocatore in Europa, portando una squadra dal talento medio a un risultato fuori da ogni più rosea previsione. La concorrenza per la panchina di Toronto, però, si annuncia serrata: i Raptors hanno già tenuto a colloquio diversi candidati, dagli assistenti allenatori del licenziato Dwane Casey come Nick Nurse, Rex Kalamian e Jerry Stackhouse, fino ai due assistenti di Gregg Popovich ai San Antonio Spurs, ovverosia Ettore Messina e Ime Udoka. Ancora qualche giorno e tutte le panchine della NBA saranno complete, anche perché i giorni caldi dell’estate dal Draft alla free agency si avvicinano.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche