Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, LeBron James e il retroscena dell'addio di Magic Johnson: "Nessuno mi ha detto nulla"

NBA

Il n°23 dei Lakers ha raccontato il modo in cui è venuto a sapere della decisione del dirigente Lakers di lasciare la squadra: "Mi sarei aspettato una telefonata da Magic, non credevo a quello che mi hanno raccontato"

LAKERS, TYRONN LUE IL NUOVO ALLENATORE?

I Lakers al momento devono ripartire da zero. Ancora senza allenatore, con la dirigenza a pezzi e un roster da rimettere in piedi la prossima estate dopo il mancato accesso ai playoff. Non esattamente quello che LeBron James sperava di costruire a Los Angeles al termine del suo primo anno in gialloviola. Il n°23 dei Lakers resta il centro focale del progetto, anche se spesso le decisioni sono passate sulla sua testa senza coinvolgerlo; piovute all’improvviso dal cielo, cogliendolo di sorpresa come tutto il resto degli appassionati NBA. È quello che racconta lui stesso nell’ultimo episodio di The Shop, in cui conversando tra gli altri anche con Lonzo Ball spiega il modo in cui è venuto a conoscenza della partenza di Magic Johnson. Una decisione importante da parte dell’uomo che lo ha reclutato e convinto a prendere parte al progetto Lakers, che alza bandiera bianca senza dirgli nulla in via confidenziale, diretta, privata. E così, poche ore prima della palla a due dell’ultima gara di regular season – a cui LeBron non prese parte – il suo amico storico Randy Mims era entrato in palestra per dargli la notizia: “Dai, togli quella c***o di faccia dalla mia vista. Non dire queste str*****te”. Impossibile credere a una scelta così clamorosa, soprattutto tenendo conto del fatto che nessuno aveva dato notizia a lui in maniera preventiva. Una volta preso lo smartphone e consultato i siti online però, si è dovuto ricredere: “Sono venuto qui a Los Angeles per essere parte di questa organizzazione soltanto dopo averne discusso a lungo con Magic. Nessuna telefonata, nessun contatto per avvertirmi. Non giudico quello che è successo, ma sono stupito del fatto che non gli sia venuto in mente di dirmi ‘sono fuori dai giochi’, di perdere qualche minuto per comunicarmi ‘Hey Bron… baciami il c**o, io me ne vado’. Sarebbe andato tutto bene, non avrei avuto nulla da ridire”. Stesso trattamento riservato anche a Lonzo Ball, che scherza per stemperare la tensione dopo le parole di James. Presente in quel momento in palestra con James, il n°0 dei Lakers ha commentato: “Questa storia è pazzesca! Va be’, dove andiamo a mangiare questa sera a cena?”. Meglio riderci su, in attesa che le cose si mettano per il verso giusto.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.