NBA, Ben Simmons, paura passata: salta Denver, poi potrebbe già tornare

NBA
©Getty

L’australiano dei Philadelphia 76ers si era infortunato alla spalla destra contro Utah dopo un contatto in post basso, uscendo nel primo tempo senza più rientrare in campo. Gli esami sostenuti hanno escluso problemi gravi: una gara di assenza e poi dovrebbe rientrare a roster 

Contro gli Utah Jazz Ben Simmons si è procurato un infortunio alla spalla destra dopo un contatto all'apparenza banale in post basso contro Royce O’Neale. Il n°25 dei Sixers si è tenuto immediatamente la parte colpita per poi uscire dal campo poco dopo, senza più tornare sul parquet nel secondo tempo. Secondo quanto riferito da diversi media, si è trattato di una distorsione all'articolazione acromioclavicolare, quella che consente lo scivolamento della clavicola e la rotazione della scapola. L’infortunio era da subito stato definito come “minore” (e non riguarda il braccio con cui Simmons tira), ma per precauzione l’australiano si è sottoposto a una risonanza magnetica che ha confermato l'entita tutto sommata lieve dell'infortunio. Simmons — che in questa stagione sta viaggiando a 15 punti, 6.2 rimbalzi e 7.7 assist — salterà la sfida contro Denver per essere poi rivalutato nella giornata di domenica, quando i Sixers sono fiduciosi di potergli dare semaforo verde per il ritorno in campo. Nella migliore delle ipotesi, quindi, solo una giornata di stop per la point guard di Philadelphia, che in casa contro Charlotte l'11 novembre potrebbe già essere nuovamente arruolabile da coach Brett Brown

I più letti