Please select your default edition
Your default site has been set

LeBron James: "Kobe, adesso tocca a me: raccolgo io il tuo testimone"

NBA

Le prime parole pubbliche dopo la tragedia che ha tolto la vita a Kobe Bryant e alla figlia Gigi LeBron James le affida a Instagram: "Prometto di prendermi sulle spalle la responsabilità di portare avanti quello che hai fatto tu qui a L.A."

Un lungo post su Instagram. Così, dopo ore di comprensibile silenzio, LeBron James affida ai social le sue prime parole sulla tragedia che ha messo fine alla vita di Kobe Bryant e di sua figlia Gigi. “Non sono pronto, ma ecco qua”, scrive in apertura del suo post, quasi a giustificare immediatamente l’inadeguatezza delle parole in momenti come questi. “Sono seduto davanti al pc cercando di scrivere qualcosa su questo post ma ogni volta che ci provo inizio a piangere al solo pensiero di te, di Gigi e dell’amicizia, del legame e della fratellanza che ci univa! Ho letteralmente sentito la tua voce domenica mattina prima di lasciare Philadelphia per tornare a Los Angeles. Non avrei mai e poi mai pensato che quella sarebbe stata la nostra ultima conversazione. WTF! Ho il cuore a pezzi, sono distrutto fratello mio!!! Ti amo come un fratello maggiore, i miei pensieri ora vanno a Vanessa e alle bambine. Ti prometto che raccoglierò io il tuo testimone! Hai voluto dire così tanto per tutti noi qui — noi della #LakersNation — per cui sento come una mia responsabilità quella di caricarmi sulle spalle la tua eredità e continuare quello che hai fatto!! Chiedo al cielo di darmi la forza e di assistermi in questa missione: a NOI ora ci penso io. Ci sono tante altre cose che vorrei dire ma ora proprio non ci riesco, non riesco ad andare avanti! Fino alla prossima volta in cui ci rivedremo, fratello”. Proprio un giorno prima del fatale incidente, LeBron James aveva superato Kobe Bryant al terzo posto all-time tra i migliori marcatori NBA e l’occasione era stata perfetta perché il n°23 dei Lakers spendesse parole di grande ammirazione per il “Black Mamba”. La terribile notizia della morte di Bryant è stata comunicata a LeBron e ai Lakers in aereo durante il viaggio di ritorno da Philadelphia, e un James visibilmente scosso era stato visto in lacrime abbracciare altri membri dello staff dei Lakers. Ora le sue prime parole pubbliche, un addio tanto difficile quanto sentito da parte di un grande giocatore verso un altro grande giocatore. 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche