Please select your default edition
Your default site has been set

The Last Dance, Michael Jordan sputò sulla pizza avariata per mangiarla da solo

THE LAST DANCE
©Getty
EAST RUTHERFORD, NJ - MARCH 14:  Michael Jordan #23 of the Chicago Bulls looks on during a game played on March 14, 1997 at Continental Airlines Arena in East Rutherford, New Jersey. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and/or using this photograph, user is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement.  Mandatory Copyright Notice: Copyright 1997 NBAE (Photo by Nathaniel S. Butler/NBAE via Getty Images)

Il regista di The Last Dance Jason Hehir ha rivelato un aneddoto curioso sulla famosa pizza avariata del 1997 che ha provocato il "Flu Game": "Gli altri avevano mangiato senza di lui e Michael era arrabbiato, perciò sputò sulla pizza prima di mangiarsela da solo"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

I dettagli di quella famosa notte in albergo ormai sono leggenda: alla vigilia di gara-5 contro gli Utah Jazz nelle Finals del 1997, Michael Jordan mangiò una pizza avariata che gli provocò una terribile intossicazione alimentare, costringendolo a giocare in condizioni estreme. Poi MJ segnò 38 punti in 44 minuti nella partita passata alla storia come “The Flu Game” (anche se di influenza non ne aveva proprio), ma un dettaglio è rimasto inesplorato: perché solamente lui ebbe quell’intossicazione alimentare? A spiegarlo è stato il regista di The Last Dance, Jason Hehir, all’aftershow di ESPN con Jalen Rose e David Jacoby: “Quella sera il resto del gruppo di Jordan cenò assieme senza aspettare Michael per ordinare. Poi alle 22 o alle 23 MJ stava morendo di fame e ha chiesto una pizza. Peraltro loro non erano neanche a Salt Lake City ma fuori città, perciò non c’era niente di aperto. Quando arrivò l’ordine, disse a tutti: ‘Nessuno tocchi questa pizza, è mia. Non mi avete aspettato, perciò non la avrete’. E ci sputò sopra. Non credo nemmeno che fosse la prima volta che lo faceva”. Il karma ha poi punito duramente MJ, che si è risvegliato alle 3 del mattino in posizione fetale tra crampi e dolori, dovendo sottoporsi a diverse flebo per poter scendere in campo quella sera. Il resto poi, come si suol dire, è storia.

NBA: SCELTI PER TE