Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, una settimana per firmare i free agent: Cousins torna ai Lakers?

MERCATO NBA
©Getty

Prima di ricominciare la stagione la NBA dovrebbe permettere una settimana di mercato a partire dal 22 giugno per firmare nuovi giocatori ancora senza contratto. E i Lakers starebbero pensando di rifirmare DeMarcus Cousins

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Nel sondaggio realizzato dalla NBA qualche settimana fa, su un argomento in particolare i General Manager della lega si sono ritrovati d’accordo all’unanimità: la necessità di ampliare i roster dei giocatori per far fronte a possibili infortuni dopo il lungo periodo di inattività. La NBA starebbe pensando di accontentarli istituendo una settimana di mercato “extra” che, secondo quanto riportato da ESPN, dovrebbe cominciare dal 22 giugno. In quel periodo tutte le 30 squadre — e non solamente le 22 della bolla di Orlando — potranno: 1) convertire i contratti two-way in contratti regolari; 2) convertire i giocatori con contratti di 10 giorni in contratti regolari; 3) firmare free agent senza squadra. La lega e l’associazione giocatori stanno anche discutendo di come creare un meccanismo per permettere di sostituire i giocatori nella bolla in caso di infortunio serio o di virus, anche se ancora i dettagli non sono stati definiti in termini di quarantena e di gruppo di giocatori tra i quali è possibile pescare. Il periodo di mercato può essere estremamente utile per le squadre: basti pensare che i Miami Heat lo scorso anno hanno firmato negli ultimi giorni due giocatori come Kendrick Nunn e Duncan Robinson che ora partono titolari in quintetto. E tra i tanti giocatori senza contratto ci sono nomi come Jamal Crawford, J.R. Smith, Iman Shumpert o Isaiah Thomas. 

I Lakers pensano al ritorno di DeMarcus Cousins?

C’è chi invece proprio grazie a questa finestra potrebbe raccogliere i frutti di un lavoro di un anno intero. È il caso dei Los Angeles Lakers, che starebbero pensando di rimettere sotto contratto DeMarcus Cousins, firmato la scorsa estate e poi tagliato il 24 febbraio per fare spazio a Markieff Morris. Secondo quanto scritto da Dave McMenamin di ESPN, però, c’è una chance che Boogie torni in gialloviola: “Con il tempo extra per la riabilitazione e i roster allargati, l’ex All-Star darebbe ai Lakers lo ‘stretch 5’ che è mancato loro per la maggior parte della stagione. E nel silenzio delle arene vuote di Orlando, potrebbe certamente avere un impatto come presenza vocale in panchina”. Con un posto ai playoff già assicurato e il primo nella Western Conference ormai certo, i Lakers avrebbero otto partite per reinserire Cousins nei loro schemi prima di tuffarsi nei playoff. Chissà che la sua aggiunta non possa fare la differenza nella corsa verso il titolo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche