Please select your default edition
Your default site has been set

LeBron James dopo il caso George Floyd crea "More Than a Vote" per il diritto al voto

GEORGE FLOYD
©Getty

La stella dei Los Angeles Lakers ha annunciato al New York Times la nascita di "More Than A Vote", un’associazione no-profit per promuovere la spinta a votare per le prossime elezioni presidenziali del 3 novembre. "Vogliamo fornire le basi per andare a votare, smascherando chi vuole impedirlo"

CORONAVIRUS, TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Se l’obiettivo delle squadre NBA è quello di arrivare a vincere l’ultima partita della stagione che si terrà nel mese di ottobre, c’è un altro obiettivo immediatamente successivo che è ancora più importante, specialmente in questo momento storico. LeBron James insieme a diversi suoi amici, colleghi NBA e membri del mondo dello spettacolo ha annunciato la creazione di una nuova associazione chiamata "More Than A Vote", con l’obiettivo primario di promuovere la partecipazione alle urne nella prossima elezione presidenziale del 3 novembre. In diverse parti degli Stati Uniti infatti le persone di colore hanno difficoltà a recarsi alle urne anche per le limitazioni volute dai repubblicani, che da sempre temono che una maggiore affluenza (specialmente degli afro-americani) significhi maggiori voti per il partito Democratico. L’associazione no-profit di James si propone di attuare un cambiamento concreto: “Visto tutto quello che sta succedendo nel mondo [dopo la morte di George Floyd, ndr], le persone finalmente hanno cominciato ad ascoltarci” ha detto James al New York Times. “Finalmente abbiamo messo un piede nella porta. Per quanto a lungo ci resteremo dipende da noi. Non lo sappiamo per certo. Ma finalmente stiamo ricevendo attenzione e questa volta possiamo fare la differenza”. Oltre a promuovere la partecipazione al voto, “More Than A Vote” si propone anche di esporre le tattiche di soppressione utilizzate in campagna elettorale, quali l’uso delle fake news e della disinformazione attraverso i social media. Oltre a James hanno sottoscritto la loro partecipazione anche Eric Bledsoe, Draymond Green, Trae Young e Alvin Kamara, Udonis Haslem, Sam Perkins e Stephen Jackson, Skylar Diggins-Smith e il comico Kevin Hart, ma anche gli ex atleti e ora volti televisivi Jalen Rose, Kendrick Perkins e Chiney Ogwumike hanno espresso la loro volontà di unirsi a LeBron. “Vogliamo che votiate, ma vogliamo anche spiegarvi come fare, dandovi il background necessario per capire come riuscirci e quello che gli altri stanno cercando di fare per impedirvelo” ha continuato James. L’associazione collaborerà con altre organizzazioni sul diritto al voto già attive, cercando di amplificare ulteriormente il messaggio che vuole far arrivare.

NBA: SCELTI PER TE