Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Spurs fuori dai playoff, Popovich imita Trump: "Fake news". VIDEO

video

I San Antonio Spurs sono rimasti fuori dai playoff dopo 22 anni, ma a Gregg Popovich non è passata la voglia di riderci sopra. Rispondendo all’ennesima domanda sulla striscia interrotta, coach Pop ha imitato il Presidente Donald Trump: "Sono fake news, un sacco di gente mi chiama per dirmi che non è finita"

Dopo 22 anni la striscia di partecipazioni consecutive ai playoff dei San Antonio Spurs si è interrotta, e l’argomento non è particolarmente gradito a Gregg Popovich. Dopo aver minimizzato quanto successo (“Non mi interessa il passato, guardare indietro non serve: se abbiamo avuto successo è perché abbiamo avuto grandi giocatori”), l’allenatore dei San Antonio Spurs ha cercato in tutti i modi di non parlarne cercando di concentrarsi sul presente (“Mi è piaciuto il modo in cui abbiamo giocato qui”) e il futuro (rispondendo “Perché non dovrei?” alla domanda se allenerà anche il prossimo anno).

approfondimento

Furia Popovich, attacca Trump: “Un pazzo”

Soprattutto, Popovich ha utilizzato l’arma dell’ironia per non parlare della striscia — imitando nientemeno che il suo acerrimo nemico Donald Trump. Il Presidente degli Stati Uniti d’America, da sempre nel mirino dell’allenatore degli Spurs, è solito negare la realtà dei fatti e definire “fake news” ogni cosa che non va nella sua direzione, e Popovich ha scelto di fare (ironicamente) lo stesso: “Chi vi ha detto che la striscia è finita? Sono fake news. Totalmente delle fake news! Ho un sacco di persone che mi dicono che la striscia non è finita. Parlo con tutti tutto il giorno. Mi chiamano e mi dicono: ‘Pop, la striscia non è finita! Non è finita!’”. 

I record della striscia degli Spurs

approfondimento

Spurs fuori dai playoff: com’era il mondo nel 1997

Al di là delle battute, però, la striscia si è davvero conclusa dopo 22 anni — pareggiando quella di Philadelphia tra il 1950 e il 1971, quando però c’erano decisamente meno squadre in NBA rispetto alle 30 attuali. In questo lunghissimo periodo gli Spurs hanno giocato 284 partite di playoff, con solo altre quattro (Lakers, Miami e Boston) che rimangono entro le 100 gare di distanza. Di quelle 286 ne hanno vinte 170: solo sette franchigie hanno vinto più gare di post-season in tutta la loro storia. Sono ben 102 i giocatori che hanno giocato almeno una partita di playoff sotto la guida di Popovich: tre di loro ora sono capi-allenatori (Jacque Vaughn, Steve Kerr e Monty Williams). Soprattutto, in questo periodo lunghissimo hanno vinto cinque titoli NBA, affermandosi come la franchigia di maggiore successo non solo nella NBA, ma nello sport americano per percentuale di vittorie. Insomma, la striscia sarà anche finita, ma di sicuro i San Antonio Spurs negli ultimi 22 anni non sono stati una “fake news”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche