Please select your default edition
Your default site has been set

Playoff NBA, Jimmy Butler e i suoi due canestri allo scadere per trascinare Miami. VIDEO

Il protagonista
©Getty

Il n°22 degli Heat ha colpito sia nel finale di quarto periodo che al termine dell'overtime per regalare a Miami un convincente successo in rimonta in gara-1 contro Boston: un doppio bersaglio che ne consacra l'importanza e la capacità di guidare la squadra della Florida

“Non siamo una squadra che parte sfavorita contro qualsiasi tipo di rivale”. Jimmy Butler lo ha dovuto ribadire anche alla vigilia della serie contro i Celtics, visto che ancora una volta i favori del pronostico davano l’avversaria di Miami come la naturale favorita per il passaggio del turno. La squadra della Florida però ha venduto cara la pelle, ha rimontato dopo essere stata sotto in doppia cifra nel punteggio nel quarto periodo e grazie alle giocate dei suoi due All-Star ha conquistato un successo meritato in gara-1. La stoppata di Bam Adebayo è l’immagine di copertina della sfida, ma prima del super gesto difensivo su Jayson Tatum da parte del n°13 degli Heat c’erano stati ben due acuti decisivi firmati Jimmy Butler in attacco. Per 47 minuti il leader di Miami aveva giocato una gara solida su entrambi i lati del campo, senza però eccellere come spesso è accaduto nelle ultime settimane. A 25 secondi dal termine dei regolamentari però è arrivata la zampata: Butler infatti ha firmato la tripla del sorpasso dall’angolo al termine di un possesso complicato per Miami. Di certo non l’arma migliore a disposizione del n°22, che in stagione viaggia con un modesto 24% nelle conclusioni dalla lunga distanza. “Credo che il mio ruolo sia quello di far vincere la squadra, a prescindere dal momento della partita. Certo, nel quarto periodo e all’overtime mi sento chiamato in causa”.

vedi anche

Miami vince all'OT contro Boston in rimonta in gara-1

Sul finire del primo tempo supplementare, Butler ha bissato la prodezza, trovando il fondo della retina in penetrazione (con tanto di fallo) e regalando agli Heat il vantaggio decisivo poi conservato da Miami grazie alla già citata stoppata di Adebayo. Butler diventa così il terzo giocatore dal 1997 a oggi a riuscire a segnare più di un canestro decisivo per superare gli avversari negli ultimi 24 secondi di regolamentari e overtime - raggiunti LeBron James e Luka Doncic. Ennesima conferma di come, quando il pallone pesa, il n°22 di Miami non si tira indietro. Uno dei tanti dati che rendono bene la tendenza di questa post-season: Butler viaggiava in regular season con il 24.4% da tre punti, diventato il 52.4% ai playoff. Difficile trovare una descrizione migliore del peso dell’All-Star degli Heat sulla squadra.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche