Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Shaquille O'Neal e le frecciatine (a Kyle Kuzma?) per le celebrazioni post-titolo

NBA
©Getty

L'ex centro gialloviola non ha fatto nomi ma è stato chiarissimo: "Se non avete vinto da protagonisti, finitela di postare sui social come se il titolo dei Lakers fosse merito vostro". Un'accusa che - con l'eccezione di LeBron James e Anthony Davis - può avere l'intero supporting cast dei Lakers come destinatario. Ma la timeline social di alcuni giocatori aiuta a farsi un'idea

Shaquille O’Neal in maglia Los Angeles Lakers ha vinto tre titoli NBA e per tre volte ha sollevato anche il premio di MVP della serie finale. Sa cosa vuol dire vincere, e sa cosa vuol dire farlo da protagonista. Come ha fatto LeBron James nella serie contro Miami, o come ha fatto Anthony Davis. Ma gli altri? Sembra che le (eccessive) celebrazioni social di alcuni giocatori del supporting cast gialloviola abbiano lasciato un po’ infastidito l’ex n°34 dei Lakers, che nel suo podcast ha obiettato così: “Sapete cosa non amo, da giocatore? Che un sacco di giocatori dei Lakers sui loro account Instagram si sono vantati come se fossero stati loro la ragione dell’anello vinto. Non farò nomi — si è affrettato ad aggiungere O’Neal — ma so che avete capito benissimo di chi parlo. Smettetela. Ci sono quelli che guidano la corsa, e quelli che salgono sul carro dei vincitori. Smettetela. Postate una foto, se proprio dovete farlo, e poi fatela finita”, le dure parole dell’ex giocatore non a caso soprannominato come “The Big Aristotele”. Qualche idea sui giocatori finiti nel mirino di Shaq? Presto detto, basta guardare alle timeline social di alcuni giocatori dei Lakers.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche