Please select your default edition
Your default site has been set

Mercato NBA, Chris Paul va ai Phoenix Suns: Rubio, Oubre e una prima scelta 2022 a OKC

MERCATO NBA
©Getty

I Suns hanno chiuso lo scambio con OKC per portare Chris Paul a Phoenix insieme ad Abdel Nader. In cambio ai Thunder vanno Ricky Rubio, Kelly Oubre, Ty Jerome, Jalen Lecque e una prima scelta al Draft 2022

Lo scambio che era atteso ormai già da qualche giorno è finalmente arrivato, dando il via al mercato delle trade con un grosso scossone. Chris Paul è il nuovo playmaker titolare dei Phoenix Suns, che hanno chiuso la trade per prenderlo dagli Oklahoma City Thunder. Per acquisire il veterano 35enne e l'ala Abdel Nader la franchigia dell'Arizona ha messo sul tavolo Ricky Rubio, Kelly Oubre, Ty Jerome, Jalen Lecque e una prima scelta al Draft 2022, secondo quanto riportato da ESPN e The Athletic. Dopo una grande stagione a OKC in cui è tornato a disputare l'All-Star Game ed è stato nominato per un quintetto All-NBA, Paul avrà quindi di nuovo un ruolo di guida per una squadra giovane ma con grandi ambizioni, reduce dal record perfetto (8 vittorie e 0 sconfitte) nella bolla di Orlando. CP3 proverà a guidare Devin Booker e Deandre Ayton ai primi playoff in carriera, in una Western Conference che si preannuncia più combattuta che mai.

I motivi dello scambio per i Phoenix Suns

Già dopo il termine della stagione il GM dei Thunder Sam Presti aveva permesso a CP3 di trovarsi una nuova squadra praticamente come fosse un free agent, promettendogli di accontentare la sua decisione per organizzare uno scambio. Paul ha quindi trovato una sponda a Phoenix, che da tempo cercava un playmaker per guidare una squadra ricca di talento con Devin Booker e Deandre Ayton come punti focali dell'attacco. Con CP3 le ambizioni non possono che crescere ancora, fornendo un chiaro upgrade a livello realizzativo rispetto a Ricky Rubio e a Oubre, la cui assenza non era stata avvertita nella bolla di Orlando - sopperita egregiamente da Mikal Bridges e Cameron Johnson. Ty Jerome e Jalen Lecque erano ai margini della rotazione di coach Monty Williams, il cui rapporto con CP3 risale ai tempi di New Orleans all'inizio degli anni '10. E ai Suns rimane comunque abbastanza spazio salariale per rifirmare Dario Saric e utilizzare la mid-level exception sul mercato dei free agent, oppure rinunciare ai diritti su Saric, Baynes e Carter per avere 17.6 milioni e andare alla ricerca di un'ala forte per completare il quintetto (Danilo Gallinari è uno dei nomi insieme a Serge Ibaka e Jerami Grant). 

I motivi dello scambio per Oklahoma City

I Thunder proseguono invece la loro opera di "smantellamento" della squadra che lo scorso anno ha fatto sorprendentemente i playoff. Dopo aver ceduto Dennis Schröder ai Lakers, era chiaro a tutti che anche CP3 non sarebbe tornato ai Thunder per un'altra stagione, ma invece che "pagare" per liberarsi del suo pesante accordo (85 milioni di dollari per questa e la prossima stagione), il GM Presti è riuscito a farsi ricompensare per il playmaker ricavandone quattro giocatori - due pronti subito, due di prospettiva - e soprattutto una scelta al Draft (protetta 1-12 nel 2022, 1-10 nel 2023, 1-8 nel 2024 e totalmente non protetta nel 2025). Con questa ennesima pick i Thunder portano a 16 il loro totale di scelte al primo giro nei prossimi sei anni, un arsenale di pick da utilizzare per ricostruire la squadra - con i prossimi due Draft che promettono di essere decisamente ricchi di talento. Rubio e Oubre (così come Danny Green ottenuto dai Lakers) possono essere ulteriormente scambiati sul mercato oppure tenuti per circondare il nuovo giocatore-franchigia Shai Gilgeous-Alexander con giocatori già pronti a dare il loro contributo, insieme a due prospetti come Jerome e Lecque che hanno il potenziale per potersi giocare un posto in rotazione.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche