Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, Giannis Antetokounmpo sbaglia il libero del pareggio: "Imparerò dall’errore"

PAROLE
©Getty

Sotto di due punti a 4 decimi dalla fine dopo la tripla di Jayson Tatum, Giannis Antetokounmpo si è guadagnato due tiri liberi per pareggiare la sfida contro i Boston Celtics — ma ha fallito il secondo, condannando i Milwaukee Bucks alla sconfitta. "Sono deluso, ma posso solo imparare da questa situazione. Voglio prendermi sempre i liberi decisivi: a volte sei l’eroe, e a volte come oggi sbagli"

Se si volesse fare un paragone calcistico, Giannis Antetokounmpo si è preso la responsabilità di un rigore in pieno recupero per pareggiare la partita. E per sua sfortuna ha sbagliato, condannando i suoi Milwaukee Bucks alla sconfitta. Dopo il super canestro appoggiandosi al tabellone di Jayson Tatum sopra le sue braccia protese, il due volte MVP si è guadagnato due tiri liberi cercando di deviare un pallone sotto canestro, subendo il fallo di Tristan Thompson con 4 decimi di secondo sul cronometro. Il greco ha segnato il primo senza neanche toccare il ferro, ma ha sbagliato quello per il pareggio finito cortissimo — rendendo inutili i 18 punti segnati nel quarto periodo, chiudendo con 35 la sua prima gara stagionale. “Sono deluso” ha detto dopo la gara. “Ma non posso cambiarlo: quel che è fatto è fatto. La speranza è che, quando mi ritroverò nella stessa posizione, io lo segni. È la mentalità che bisogna avere. Ovviamente c’è più responsabilità in quelle situazioni perché se sbagli la tua squadra ha perso. Ma bisogna imparare da ogni situazione in cui ti mette la pallacanestro”.

Giannis: "Voglio il pallone tra le mani nei finali di gara"

approfondimento

Esordi vincenti per Gallinari e Melli, Bucks ko

Dopo il canestro di Tatum, coach Budenholzer aveva inizialmente disegnato uno schema per far effettuare la rimessa ad Antetokounmpo, che avrebbe dovuto cercare un lob verso Brook Lopez. Poi, dopo che lo schema non ha dato i frutti sperati dovendo usare un nuovo timeout, coach Bud ha messo Jrue Holiday alla rimessa e piazzato Antetokounmpo sotto canestro. “Ho detto a Jrue: tu buttala alta che io vado a prenderla” ha raccontato il greco dopo la partita. Giannis ha effettivamente saltato per prendere il pallone, subendo il fallo di Tristan Thompson e presentandosi in lunetta — dove lo scorso anno ha chiuso con 13/20 in situazioni clutch e dove in carriera tira col 68.2%. “È divertente perché puoi solo imparare: più ti ritrovi in situazioni come quelle e più puoi avere successo. Voglio esserci in quei momenti, voglio il pallone nei finali di gara e prendermi l’ultimo tiro. Perché se lo fai un migliaio di volte, a volte andrà dentro e sarai l’eroe. E poi altre volte sbaglierai. Ma da quelle puoi solo imparare”.