Please select your default edition
Your default site has been set

Olimpiadi, Juancho Hernangomez fuori dai Giochi: è scontro tra Minnesota e Spagna

OLIMPIADI
©Getty
juancho_hernangomez_spagna

All’ultimo minuto i Minnesota Timberwolves hanno impedito a Juancho Hernangomez, alle prese con la riabilitazione a un infortunio alla spalla, di partecipare alle Olimpiadi con la nazionale spagnola. Il presidente della federazione Jorge Garbajosa ha puntato il dito contro Gersson Rosas, capo della dirigenza dei T’Wolves che si è difeso: "Sosteniamo i nostri giocatori, ma è infortunato"

Momenti di tensione tra la Spagna e i Minnesota Timberwolves. L’oggetto del contendere è la partecipazione di Juancho Hernangomez ai Giochi di Tokyo 2020, che inizialmente sembrava saltata per un infortunio alla spalla subito in allenamento, salvo poi essere inserito nel roster della squadra di Sergio Scariolo volando fino in Giappone. All’ultimissimo secondo però i Minnesota Timberwolves si sono messi di mezzo, costringendo il giocatore a rimanere fuori e portando la Spagna a sostituirlo con Xabi Lopez-Arostegui, per il disappunto del fratello Willy (che ha scritto #FreeJuancho sui social) e soprattutto del presidente della federazione Jorge Garbajosa. L’ex giocatore di Toronto ha detto chiaramente che la responsabilità ricade interamente su Gersson Rosas, capo della dirigenza dei Timberwolves, che ha deciso di fermare il giocatore. “Non abbiamo mai ricevuto un no, nessun personale medico dei T’Wolves ha visitato Juancho di persona a Las Vegas, la decisione è stata personale e l’ha presa il loro presidente delle operazioni. Persino l’allenatore della squadra si era congratulato con Hernangomez per poter giocare a Tokyo. Nessuno aveva dubbi che potesse farlo, ci sono state diverse riunioni virtuali con sei dei loro medici. Se non ci fosse stato il loro sì, il giocatore non sarebbe mai volato in Giappone. Gli hanno tolto un sogno” ha attaccato Garbajosa.

La risposta di Minnesota: "È infortunato, deve riposare e recuperare"

approfondimento

I 30 migliori giocatori a Tokyo. CLASSIFICA

La franchigia ha risposto con un comunicato ufficiale: “Sosteniamo la decisione dei nostri giocatori di giocare con le loro nazionali e apprezziamo la passione di Juancho e della federazione spagnola di rappresentare il loro paese. Sfortunatamente siamo alle prese con un infortunio attivo. Sulla base delle raccomandazioni dei nostri medici, Juancho ha bisogno di tempo per recuperare da questo problema e le tempistiche restringono la sua disponibilità di partecipare alle Olimpiadi. I tempi di recupero stabiliti sono il piano migliore per permettergli di guarire completamente”. Di sicuro non si tratta di un bel precedente tra le due organizzazioni, togliendo al giocatore la possibilità di giocare alle Olimpiadi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche