Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, no di Schroder a 84 milioni di dollari: magra consolazione, Oladipo ha fatto peggio

NBA
©Getty

Mentre fa ancora parlare la pessima free agency del giocatore tedesco accasatosi ai Boston Celtics per meno di 6 milioni di dollari, c'è chi - Victor Oladipo - nell'ultimo anno ha lasciato sul tavolo cifre ancora più alte. Ecco quando e come

Lo hanno tutti definito il grande perdente della free agency 2021: Dennis Schroder, in uscita dai Lakers, cercava un contratto da 100 milioni di dollari (rifiutando l'offerta da 84 propostagli da L.A.), si è dovuto accontentare di un accordo annuale a 5.9 milioni siglato con i Boston Celtics. Roba da piangersi addosso, per il giocatore tedesco, che però può trovare una consolazione - seppure magra - in quanto successo a un altro giocatore di primo piano NBA nel recentissimo passato, addirittura un All-Star (nel 2018 e nel 2019) come Victor Oladipo. Prima che una serie di infortuni ne deragliasse, almeno temporaneamente, la carriera, l'ex giocatore dei Pacers prima del via dell'ultima stagione si era seduto al tavolo con il front office di Indiana per discutere di una potenziale estensione a lungo termine con la franchigia. L'offerta dei Pacers, secondo i beni informati, era per un quadriennale con un primo anno a 25.2 milioni di dollari e poi cifre in crescita (dell'8% ogni anno), per un totale appena di pochi dollari inferiore ai 113 milioni complessivi. Oladipo, che arrivando con lo status di free agent a questa estate avrebbe anche potuto chiedere cifre più alte, scelse così di rifiutare l'estensione, finendo però per essere quasi immediatamente ceduto da Indiana a Houston a metà gennaio. 

leggi anche

Schroder firma a Boston: ma quanti soldi persi

In Texas però Oladipo è rimasto solo 20 partite - disputate tutte da titolare - prima di ritrovarsi coinvolto in un ennesimo scambio, stavolta con destinazione Miami. Prima della trade, però, la dirigenza di Houston aveva proposto all'ex giocatore più migliorato NBA (nel 2018) un rinnovo biennale a 45 milioni di dollari complessivi, ma anche in questa occasione il no di Oladipo era arrivato a confermare la convinzione del giocatore di poter ambire a cifre più alte in estate. Cifre che però non sono arrivate, anche alla luce di ulteriori infortuni che hanno limitato a quattro il numero delle apparizioni in maglia Heat di Oladipo. Che con gli Heat il mese scorso ha trovato un accordo (annuale) ma solo per il minimo riservato ai veterani. Un po' poco considerando i 113+45 milioni lasciati sul tavolo tra Indiana e Houston.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche