Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, la lega vuole dare un taglio ai falli "tattici" per fermare il contropiede

REGOLAMENTO
©Getty
LOS ANGELES, CA - OCTOBER 19: Los Angeles Lakers center DeAndre Jordan #10 fouls Golden State Warriors guard Stephen Curry #30 during the Golden State Warriors vs Los Angeles Lakers game on October 19, 2021, at Staples Center in Los Angeles, CA. (Photo by Jevone Moore/Icon Sportswire via Getty Images)

Dopo i cambiamenti estivi che hanno portato a non premiare l’attaccante che cerca il contatto, il Competition Committee ha chiesto alla lega di creare una nuova regola per scoraggiare l’uso del fallo tattico da parte delle difese per fermare il contropiede avversario. Un altro passo in avanti verso un gioco sempre più fluido e veloce

Sono passate due settimane da quando le nuove regole della NBA per disincentivare le "non-basketball plays" — cioè i movimenti esagerati da parte degli attaccanti per procurarsi contatti e fischi — hanno cominciato a cambiare il gioco in campo. Novità che sono state accolte con scetticismo dai diretti interessati (da James Harden a Trae Young) e da applausi da altri (come Draymond Green o Steve Kerr), avendo in ogni modo la conseguenza di velocizzare il gioco e ridurre il numero di tiri liberi tentati, mai così pochi in anni recenti. C’è ancora una fattispecie di falli, però, che viene sfruttata tantissimo dalle squadre, cioè quello dei cosiddetti "take fouls" meglio noti in ambito calcistico come "falli tattici". Sono falli deliberati da parte della difesa per fermare potenziali situazioni pericolose di transizione e contropiede, preferendo sprecare un fallo personale pur di prevenire due o tre punti degli avversari — ma togliendo anche un po’ di bellezza al gioco, con l’atletismo dei giocatori NBA che dà il meglio di sé in contropiede. È anche per questo motivo che il Competition Committee — cioè l’insieme di proprietari, general manager, allenatori e giocatori che approvano i cambiamenti regolamentari — ha dato il mandato alla lega di trovare una regola per scoraggiare le squadre dal fermare gli avversari lanciati in contropiede, secondo quanto scritto da Shams Charania di The Athletic. Uno dei modi potrebbe essere quello di estendere le penalizzazioni già esistenti per il "Clear Path Foul" (cioè il "fallo da ultimo uomo", che consegna due liberi e il possesso del pallone alla squadra in attacco) anche a quelle fattispecie in cui il contropiede viene fermato pur essendoci uno o più difensori già nella metà campo difensiva, togliendo così il vantaggio della difesa.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche