Please select your default edition
Your default site has been set

NBA, James Harden da soli 4 punti: la stampa di New York lo massacra

BROOKLYN
©Getty

James Harden ha vissuto la sua peggior prestazione da oltre un decennio, chiudendo con appena 4 punti e 2/11 al tiro in 37 minuti contro i Sacramento Kings. Alle prese con problemi al bicipite femorale e alla mano, il Barba non è comunque sfuggito alle critiche feroci della stampa newyorkese, in particolare del Daily News: "Un incubo, non gioca da superstar da tutta la stagione ed è l’ombra di se stesso, ma nessuno glielo fa notare"

Era dalla stagione 2010-11, quando James Harden usciva ancora dalla panchina per gli Oklahoma City Thunder, che il Barba non chiudeva una partita con appena 4 punti a referto. Lo ha fatto questa notte a Sacramento in una delle più brutte sconfitte — forse la più brutta in assoluto — della stagione dei Brooklyn Nets, reduci da sei ko consecutivi in questo difficilissimo scorcio di stagione. Harden è stato semplicemente orribile contro un avversario nettamente inferiore come i Kings, privi di De’Aaron Fox e reduci loro stessi da sette sconfitte in fila. L’MVP del 2018 ha chiuso con 2/11 al tiro, 0/5 da tre e zero viaggi in lunetta in 37 minuti di gioco: non era mai successo nella sua carriera che non tirasse neanche un libero nelle partite in cui è stato in campo più di 33 minuti, e i casi in cui è successo giocando più di 30 minuti si contano letteralmente sulle dita di una mano visto che sono cinque (nel 2010, 2012, 2016, 2019 e 2021, playoff inclusi). Bisogna però concedergli le attenuanti generiche di una condizione fisica non ottimale: Harden aveva saltato la partita interna contro Denver per un problema al bicipite femorale e quella con Golden State per un infortunio alla mano, stringendo i denti per esserci contro Phoenix (22 punti e 10 assist pur con 6/19 al tiro) ma crollando nel back-to-back a Sacramento, in cui i Nets sono stati raggiunti e battuti nel quarto periodo, con Harden spesso raddoppiato dalla difesa dei padroni di casa.

Il Daily News: "Un incubo, non sembra più una superstar"

approfondimento

LIVE FROM THE FINALS: cosa rimane delle finali NBA

Il plus-minus di -21 di Harden in 37 minuti però racconta molto delle sue difficoltà, così come le 6 palle perse (a fronte comunque di 12 assist) che si aggiungono al suo bottino di 212 in stagione, superando Russell Westbrook come “re” dei turnovers in NBA (quasi 5 a partita, nessuno come lui). Una prova che ha fatto esplodere la stampa newyorkese nei suoi confronti, in particolare il New York Daily News che non ci è certo andata sul leggero: "È arrivato il momento di una conversazione onesta: James Harden è superficiale quando ha la palla in mano ed è l’ombra di se stesso, ma sembra che nessuno glielo faccia notare e lo metta di fronte alle sue responsabilità" ha attaccato il giornalista Kristian Winfield, mettendo in dubbio lo status stesso di Harden come superstar in NBA, per quanto anche Kyrie Irving non abbia di certo brillato con 14 punti e 5/15 al tiro con 4 palle perse. "Nonostante gli infortuni e il fatto che fosse la seconda serata di un back-to-back, i Nets hanno comunque due superstar a roster. O forse quando Durant è fuori causa c’è solo una superstar, perché Harden certamente non sembra tale e non lo sembra fin dall’inizio della stagione. E ricordate: Irving non può giocare in casa, perciò questo diventa lo show di Harden. Uno show che è stato un incubo a Sacramento".