Rugby, l'Italia premierà i giocatori con più di 100 presenze

Rugby
©Ansa
castrogiovanni_lo_cicero_ansa

Un cap esclusivo sarà consegnato ai giocatori che hanno raggiunto e superato quota 100 presenze in nazionale. Premiati Sara Barattin, Martin Castrogiovanni, Marco Bortolami, Leonardo Ghiraldini, Andrea Lo Cicero, Alessandro Troncon, Alessandro Zanni e Mauro Bergamasco. Assente Sergio Parisse. In campo sabato 12 marzo a Roma, diretta dalle 14.30 su Sky Sport Uno, Sky Sport Arena e Tv8

ITALIA-SCOZIA LIVE

Prima della sfida tra Italia e Scozia di sabato prossimo, un momento particolare sarà dedicato dalla Federazione italiana rugby ad alcuni dei suoi rappresentanti più illustri, capaci di raggiungere e superare il traguardo delle 100 presenze in nazionale e che saranno celebrati prima della sfida della quarta giornata del torneo Sei Nazioni.

Una cerimonia dedicata ai centurioni internazionali che, dopo aver ricevuto i propri caps ufficiali nel corso delle rispettive carriere azzurre, riceveranno un secondo, esclusivo cap - il copricapo che testimonia l’appartenenza a coloro che hanno disputato almeno un test match - in riconoscimento degli straordinari servizi resi sul campo al rugby italiano, che sarà presentato agli atleti dal presidente Marzio Innocenti.

Gli otto premiati

approfondimento

Alla scoperta della Scozia, sabato contro l'Italia

A riceverlo saranno: la mediana di mischia dell’Italdonne Sara Barattin - unica atleta in attività tra i premiati ed unica azzurra ad aver raggiunto le cento presenze -, i capitani della nazionale Martin Castrogiovanni (119 caps), Marco Bortolami (112), Leonardo Ghiraldini (107), Andrea Lo Cicero (103) ed Alessandro Troncon (102), il flanker e seconda linea Alessandro Zanni protagonista di una serie di oltre cinquanta apparizioni ininterrotte per l’Italia (119) e Mauro Bergamasco (106), il flanker azzurro che nel 2015 in Inghilterra divenne il secondo giocatore della storia a scendere in campo in cinque edizioni della Rugby World Cup. Assente giustificato per gli impegni con il "suo" Tolone, evitando forse pure qualche imbarazzo di troppo data la sua rinuncia alla convocazione, Sergio Parisse, il giocatore più presente in maglia azzurra con 142 caps.

Pomeriggio di festa con l’assegnazione della Cuttitta Cup

approfondimento

Italia-Scozia assegnerà la Cuttitta Cup

Dopo aver ricevuto il cap celebrativo, prima del calcio d’inizio, i centurioni azzurri scenderanno ancora una volta sul prato dell’Olimpico per l’inno nazionale. "Sul campo e fuori dal campo, tutti questi ragazzi costituiscono esempi straordinari, una componente importante del rugby italiano – ha dichiarato il presidente della FIR, Marzio Innocenti -. Atlete e atleti che con il loro talento ed i loro comportamenti hanno dato prestigio al nostro Paese ed al nostro movimento. È un onore poterli accogliere tutti insieme allo Stadio Olimpico sabato per la partita contro la Scozia e celebrare insieme al nostro pubblico le loro fantastiche carriere internazionali".

Sarà, quindi, una giornata di festa, completata come detto nei giorni scorsi dall’assegnazione per la prima volta del trofeo intitolato a Massimo Cuttitta, che premierà la vincente tra Italia e Scozia, con la speranza che, a sette anni di distanza, anche il risultato possa finalmente tornare a sorridere ai nostri colori.