WrestleMania 36 sabato 4 e domenica 5 in pay-per-view su Sky

Sport USA

L’evento andrà in onda in due serate: sabato 4 e domenica 5 aprile, in entrambi i casi con inizio alla 1.00 di notte e sarà visibile su Sky Primafila, con commento in italiano di Luca Franchini e Michele Posa, coadiuvati da Salvatore Torrisi

WrestleMania è lo showcase degli immortali, la notte in cui si consacrano le stelle, l’appuntamento più importante per tutti gli appassionati della WWE. E quest’anno per la prima volta l’evento sarà troppo grande per essere contenuto in una sola serata.

Perché questa novità?

I motivi che giustificano l’eccezionale novità sono numerosi. Ad esempio ben 7 match che meriterebbero il main event, con le ciliegine assolute rappresentate dalla battaglia per il titolo di campione WWE tra il sindaco di suplex city Brock Lesnar e il corazziere scozzese Drew McIntyre e la personale resa dei conti tra ex partner che vedrà coinvolti il predatore supremo Randy Orton e la superstar vietata ai minori Edge, che torna nel ring in un confronto one-on-one dopo nove anni dall’ultima volta. Non mancheranno inoltre le intramontabili attrazioni del passato, come John Cena, The Undertaker e Goldberg, impegnate contro atleti più giovani e affamati di successo quali Bray Wyatt, AJ Styles e Roman Reigns (ma attenzione perché quest’ultimo potrebbe essere sostituito in extremis). E che dire delle ragazze? Il duello tra “the man” Becky Lynch e la “cagefighter” Shayna Baszler con in palio la cintura di categoria di Raw e quello che anteporrà la regina Charlotte Flair all’astro nascente Rhea Ripley per il titolo femminile di NXT sono due inediti che hanno generato un livello d’attesa senza precedenti.

Rob Gronkowski
Rob Gronkowski, stella dei Patriots, ritiratosi dal Football americano un anno fa

Dall’NFL alla WWE

WrestleMania è però anche allegria e imprevedibilità, e chi meglio di Rob Gronkowski come presentatore della kermesse? L’ex pluricampione NFL sarà lì, con tutto il suo inesauribile entusiasmo, a tifare per il panzuto Otis che tenterà di sconfiggere il superfigo Dolph Ziggler che gli ha rubato l’amore della vita (la bellissima Mandy Rose), per sostenere il musicista malinconico Elias che ne ha le taniche piene delle prepotenze del monarca King Corbin e ancora per incoraggiare il tenace Kevin Owens che proverà a sgretolare Seth Rollins e il culto che ha creato attorno alla sua immagine.

Dove vedere WrestleMania

Le due “notti magiche” di WrestleMania andranno in onda in esclusiva con la telecronaca in italiano su Sky Primafila sabato 4 e domenica 5 aprile, in entrambi i casi con inizio alla 1.00 di notte. Al commento non mancheranno le voci storiche della disciplina, Luca Franchini e Michele Posa, coadiuvati da Salvatore Torrisi. Inutile dire che lo spettacolo si preannuncia mozzafiato e che in molti finiranno al tappeto, stesi come una pelle di daino!

I momenti più leggendari di WrestleMania

Nata nel marzo del 1985, WrestleMania è ormai giunta alla 36^ edizione. Nei suoi ring si sono consacrate icone famose in ogni angolo del mondo: Hulk Hogan, Steve Austin, Shawn Michaels, Andre the Giant, Bret Hart, Ultimate Warrior, Triple H, Eddie Guerrero e parecchi altri ancora. Per rivivere le loro gesta è attualmente in programmazione su Sky Sport Arena lo speciale “I momenti più leggendari di WrestleMania” con una selezione degli istanti che in oltre tre decadi hanno tenuto i fan con il fiato sospeso. Dalla bodyslam “che fece tremare la terra” al match di ritiro di Ric Flair, dalla sconfitta di Undertaker dopo 21 vittorie consecutive al clamoroso incasso del Money in the Bank di Seth Rollins, un lungo viaggio in una manifestazione che da sempre si sposa alla cultura pop americana come nessun’altra ha mai saputo fare. “I match più leggendari di WrestleMania” è in programmazione sabato 4 aprile alle 22.15 su Sky Sport Arena.

Hulk Hogan contro Andre The Giant in una vecchia edizione di WrestleMania
Hulk Hogan contro Andre The Giant in una vecchia edizione di WrestleMania

SPORT USA: SCELTI PER TE