Mlb, World Series: un colpo a testa per Dodgers e Rays. Stanotte live gara 3

Sport USA

Danilo Freri

Serie sull’1 a 1 dopo le prime due partite, Tampa Bay risponde a Los Angeles utilizzando le stesse armi: fuoricampo e aggressività. Questa notte alle 02.00 gara 3 live su Sky Sport Uno e Arena

Dopo gara 1 c’era chi temeva una rapida conclusione di queste World Series. Anche le opinioni di molti erano state travolte dallo strapotere dei Los Angeles Dodgers (8-3 il finale), una macchina offensiva formidabile con una infinita possibilità di mandare all’attacco giocatori diversi, in ogni momento della gara. E in più con una convincente prestazione del loro storico lanciatore Clayton Kershaw, un sicuro Hall of Famer a cui è solo mancata la prestazione vincente nelle World Series per completare una leggendaria carriera. Almeno finora. Ma i Tampa Bay Rays non sono arrivati ad Arlington, in finale, per caso. Profondità del roster e capacità di trovare molte soluzioni sono anche patrimonio loro. La risposta in gara 2 è stata rapida (vittoria TB per 6 a 4). I Rays hanno ritrovato nel momento giusto il giocatore che li aveva trascinati per tutta la stagione, Brandon Lowe.  Era rimasto in modalità stand-by nei playoff, guardando la meravigliosa cavalcata dei suoi compagni ma stranamente senza partecipare. E’ esploso con due fuoricampo in gara 2 e quando lui funziona Tampa Bay produce punti che diventano solidi vantaggi, senza fermarsi a quei 3 punti a partita dove sembrava essersi arenata nelle ultime 10 gare di postseason.

Poi, a proposito di cavalcata, ci ha pensato La Scuderia. Il manager Kevin Cash ha definito così il gruppo dei lanciatori di rilievo che può mandare in campo dopo che il partente ha esaurito il suo compito. Un bel gruppo che produce tanta energia, che tira forte e che va sempre all’attacco dei battitori avversari. Puledri scatenati. Sono stati Loup e Castillo a difendere la vittoria conquistata in gara 2 fino alla fine.

Vince chi ha l'atteggiamento giusto

Ma il fattore più importante è che Tampa Bay ha saputo restituire a Los Angeles quell’aggressività che l’aveva sorpresa e un po’ stordita in gara 1. Mookie Betts aveva fatto danni con la sua capacità di mettere sotto pressione la difesa avversaria ogni volta che arrivava sulle basi. I Rays hanno capito la lezione e sono stati loro questa volta ad attaccare per primi, con i lanci di Snell e con giocate rischiose sulle basi per togliere tranquillità ai Dodgers. Se deve essere una battaglia senza esclusione di colpi… che sia battaglia, appunto!

Chi saprà approfittare del giorno di riposo?

Tampa Bay ha terminato la serie contro Houston, finita a gara 7, un giorno prima di gara 7 tra Dodgers e Braves. E 24 ore di riposo in più sono servite. Los Angeles non aveva lanciatori partenti pronti e riposati per gara 2, ha scelto di utilizzare più lanciatori sul monte suddividendo i compiti. Non ha funzionato. Ora però ritroverà nella serie una rotazione di partenti più regolare, anche grazie al giorno di pausa che è stato inserito dopo le prime due partite. In gara 3 ci sarà Buehler, in gara 4 Urias. In condizioni ottimali hanno reso alla grande nei playoff. Tampa Bay potrebbe aver perso il vantaggio del giorno di riposo avuto in più all’inizio della serie. Anche se il suo lanciatore di gara 3, Charlie Morton, nelle partite importanti è una garanzia.

mlb

La serie diventa una gara di aggiustamenti continui

Come sempre nei playoff, le squadre vincenti sono quelle che sanno trovare gli aggiustamenti necessari ad ogni situazione. Ogni squadra sa tutto degli avversari, ogni lanciatore conosce pregi e difetti dei battitori, ogni battitore riceve uno scouting report dettagliatissimo di ogni lanciatore che affronterà. Per continuare ad avere successo bisogna cambiare, correggere i difetti, studiare ancora meglio gli avversari e trovare nuovi punti deboli. E bisogna farlo in poche ore.

In corsa per una storica doppietta

In questa stagione sia Los Angeles che Tampa Bay sono in corsa per un doppio titolo negli sport di squadra più importanti negli USA. Dopo il successo dei Lakers nella NBA, LA può fare bis con i Dodgers che hanno anche Magic Johnson nel gruppo dei proprietari che fa capo alla Guggenheim Baseball Management. Lebron James non manca di seguire ogni partita delle World Series sui social e di scatenare i tifosi Dodgers, tra questi c’è anche un certo Tiger Woods, la leggenda del golf.

 

Tampa Bay ha già vinto invece la Stanley Cup, il titolo dell’hockey NHL. Può fare uno storico e clamoroso bis per una città con neanche 400 mila abitanti che è il 12esimo mercato televisivo nazionale. E nei Buccaneers della NFL da questa stagione gioca Tom Brady, probabilmente il più grande e vincente quarterback di tutti i tempi. Tampa Bay potrebbe diventare la capitale dello sport americano, almeno per una stagione.

Stanotte in diretta su Sky Sport gara 3

Gara 3 sarà live dalle 2.00 su Sky Sport Uno e Sky Sport Arena. Nelle serie al meglio delle 7 partite, 94 volte si è giocato gara 3 sulla situazione di 1 a 1; per 65 volte chi ha vinto gara 3 ha poi vinto la serie (il 69% dei casi). E’ già sul piatto una bella fetta del trofeo.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche