Il 2021 della AEW inizia con i fuochi d’artificio di New Year’s Smash

wrestling

Salvatore Torrisi

ce7bd-16097064766827-800

Dopo lo struggente tributo a Brodie Lee, la All Elite Wrestling riprende a spingere sull’acceleratore. Appuntamento venerdì alle 18.45 su Sky Sport Uno per la prima parte di New Year’s Smash: due titoli in palio e il ritorno di Jon Moxley

Il tributo a Brodie Lee ha unito tutto il mondo del wrestling nella commozione per il ricordo del grande wrestler scomparso, e nell’affetto nei confronti della famiglia. E la AEW ha messo in scena un episodio speciale di Dynamite che molti, tra fan, addetti ai lavori e critica hanno salutato come il programma tv di wrestling migliore dell’anno, o addirittura lo show di tributo più bello ed emozionante di sempre. Ma chiuso questo tragico e struggente capitolo, per la All Elite Wrestling è tempo di concentrarsi sul 2021, un anno che sarà determinare per consolidare i notevoli risultati ottenuti nel 2020 e rafforzare ulteriormente la propria ascesa nel panorama globale del wrestling. E l’inizio è dei più promettenti: New Year’s Smash, evento che si svolgerà lungo l’arco di due episodi speciali di Dynamite, vedrà in palio tutti i titoli della federazione. Si comincia da questa settimana con Kenny Omega e Hikaru Shida impegnati in due difficili difese titolate. 

wrestling

Per Kenny Omega l’insidia Rey Fenix

Kenny Omega e Rey Fenix dovevano affrontarsi nelle semifinali del torneo World Title Eliminator, ma Fenix, dopo aver sconfitto il fratello maggiore Penta el Zero Miedo, era stato costretto a dare forfait per via di un infortunio. I due comunque si conoscono bene, dato che Omega ha conquistato il titolo di Mega Campeon AAA, che ancora detiene, proprio strappandolo al minore dei Lucha Bros nell’ottobre del 2019, al termine di un match spettacolare. E grande spettacolo lo promette anche la sfida in programma a New Year’s Smash. Omega è favorito, ma guai a sottovalutare uno come Fenix, probabilmente l’high-flyer più imprevedibile e talentuoso in circolazione, capace di danzare sulle corde e librarsi a mezz’aria con atletismo, fantasia e rapidità che non temono confronti. 

Hikaru Shida contro l’inquietante Abadon

Ben più difficile da inquadrare la sfida che dovrà affrontare la campionessa Hikaru Shida. Abadon è infatti il personaggio più inquietante di tutta la AEW: una ragazza che si trucca da zombi e che sembra averne interiorizzato il personaggio a tal punto da riprodurne diverse caratteristiche, dall'immunità al dolore fisico, alla tendenza ad affondare i propri denti nelle carni delle avversarie. E tale trattamento l’ha riservato alla stessa Hikaru un paio di settimane fa, incrementando la dose di pressione psicologica con la quale sta mettendo a dura prova la resistenza nervosa della campionessa. Shida, ancor prima della sua avversaria, a New Year’s Smash dovrà sconfiggere le proprie paure

abandon

La sfida tra i colossi dell’Inner Circle e il ritorno di Jon Moxley

Ma la prima serata di New Year’s Smash propone altri spunti interessanti: dallo scontro tra Cody Rhodes e Matt Sydal, wrestler che si conoscono dai tempi in cui frequentavano i territori di sviluppo della WWE ma che non si sono mai affrontati uno contro uno sul ring, alla sfida tra Jake Hager e Wardlow, i due colossi dell’Inner Circle che, dopo settimane di sguardi minacciosi, giungono a una resa dei conti sul ring che può avere conseguenze imprevedibili per la fazione capitanata da Chris Jericho. Ma l’attesa maggiore è forse per il ritorno di Jon Moxley, che si farà rivedere sul ring di Dynamite per la prima volta dopo aver perso il titolo AEW per mano di Kenny Omega a Winter Is Coming. Come intende reagire a quella amara e beffarda sconfitta e quali saranno i suoi propositi per l’anno nuovo? Lo scopriremo venerdì sera alle 18.45 su Sky Sport Uno.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche