Brady contro Mahomes al Super Bowl è come Jordan contro LeBron

Super Bowl
Massimo Marianella

Massimo Marianella

©Getty
brady_mahomes

Stanotte va in scena in Super Bowl numero 55: a Tampa si affrontano i padroni di casa dei Buccaneers e i campioni in carica, i Kansas City Chiefs. E' la sfida fra il miglior quarterback del momento e il migliore di sempre. Ma non solo...

SUPER BOWL, CHIEFS-BUCCANEERS LIVE

Neanche in un’edizione parzialmente con la mascherina chirurgica sul pallone ovale, il Super Bowl diventa un evento meno scintillante ed affascinante. La NFL ha fatto per tutta la stagione, in sicurezza, un lavoro incredibile per completare la stagione nei tempi previsti e con una presenza sugli spalti in crescita costante ed è stata ripagata da quella che si preannuncia come una partita, sulla carta, straordinaria. Due squadre che per motivi diversi catturano la fantasia e che promettono anche in campo e non solo nei titoli mediatici, un match all’altezza della tradizione di questo evento. Libri di storia già riscritti con Brady che giocherà il suo 10° Super Bowl da titolare e lo farà guidando in campo i suoi Bucs che diventano la prima franchigia in 55 anni di storia a farlo sul loro campo. Registri delle statistiche invece pronti anche loro ad essere aggiornati a loro volta con un match che promette tanti punti. Attacco contro attacco Kansas City v Tampa Bay, anche se altri protagonisti attesi come Sorensen, Mathieu, Suh e Pierre Paul si sono iscritti alla lista di collocamento per un ruolo da superstar, potenzialmente decisivo per la partita più attesa.

Mahomes e Brady si salutano dopo la gara dello scorso 29 novembre a Tampa vinta dai Chiefs
Mahomes e Brady si salutano dopo la gara dello scorso 29 novembre a Tampa vinta dai Chiefs

Mahomes contro Brady

Fin troppo banale che la copertina la catturino i quarterback, ma mai come in questo caso diventa inevitabile. Due vincenti, due straordinari interpreti del ruolo (in maniera diversa) due grandi personaggi anche fuori dal Gridiron. Due generazioni vere a confronto. Tra loro ci sono anagraficamente 18 anni e 45 giorni e i sogni di tutti gli appassionati di questo sport. Mahomes contro Brady. Non si poteva sperare di meglio. Come avere la possibilità di ammirare un’edizione delle NBA Finals con Micheal Jordan contro LeBron James. La mobilità l’imprevedibilità di un interprete del ruolo che ama prendere rischi sapendo di essere diverso per quello con la freccia sul casco e il carisma di chi ha vinto più di tutti facendo sempre benissimo, anche in maniera irritante, la cosa giusta. Una “stucchevole” inimitabile perfezione nella longevità. Sono i due QB che hanno vinto le ultime due edizioni di questo trofeo ed entrambi sul podio per la percentuale di vittorie dal 1950 per i quarterback che hanno giocato (compresi i match di post season) almeno 50 partite. Primo Mahomes (44 vinte e 9 perse con l’83%) terzo Brady (263-80 con il 76,7%).

Il palcoscenico

Stanotte si gioca a Tampa per la quinta volta, la terza al Raymond James Stadium. Uno scenario che si sta specializzando in edizioni particolari. Nel 1991 durante la Guerra del Golfo e nel 2009 in piena recessione economica americana. Momenti che hanno esaltato la spirito di unione, la creatività e la voglia di trovare entusiasmo e rinascere aggrappati ad un pallone da football. Anche questa volta in maniera diversa, con prudenza, con le squadre che hanno effettuato media day ed interviste via zoom, con i Chiefs che sono arrivati solo a ridosso della partita e su due aerei e non uno solo, l’evento è stato però una festa compresa l’NFL Experience sul Riverwalk di Tampa e la presenza sugli spalti per il match di circa 22.000 fortunati.

Raymond James Stadium

Le armi dei Chiefs

Per i bookmakers Kansas City è, anche in maniera abbastanza netta, favorita. Mahomes ha armi straordinariamente appuntite cui far ricorso. Il tight end Travis Kelce che impone in dinamismo una fisicità impressionante sul medio - corto e la freccia Tyreek Hill ricevitore imprendibile che viene dall’atletica leggera e che nel match di campionato giocato tra queste due squadre alla dodicesima giornata ha chiuso con 269 yard di ricezione e 3 touchdown diventando il primo dal 1980 a collezionare almeno 200 yard in solo quarto.

Le armi dei Bucs

I Bucs opporranno la voglia di riscatto e la spinta sulle corse del running back Leonard Fournette rilasciato all’inizio della stagione, buttato via come una scarpa vecchia dai Jaguars e che invece partendo dietro Brady ha addirittura amentato il suo rendimento e la sua continuità. Poi l’esperienza di Gronkowski per i terzi down di situazione, l’entusiasmo di Mike Evans, 63 TD in ricezione in carriera tutti con i i Buccaneers, di sfruttare la sua prima grande vetrina e il sogno di Antonio Brown di trasformare la sua vita turbolenta degli ultimi anni con toni più fiabeschi.

Il duello chiave

Tatticamente sul campo uno dei confronti più interessanti potrebbe essere quello tra il cornerback Sean Murphy-Bunting che ha collezionato un intercetto in ognuna delle tre partite di post-season dei Bucs e che sarà opposto probabilmente da Bruce Arians su Kelce. Il 23 di Tampa ama essere molto aggressivo sulla linea di scrimmage sul ricevitore avversario se questo funzionerà contro la potenza di Kelce potrebbe essere uno dei fattori decisivi della partita. Bisognerà valutare anche le condizioni fisiche di Jason Pierre Paul linebacker fondamentale per Tampa Bay che ha problemi fisici riuscendo solo a fare con i compagni una piccola parte dell’allenamento di giovedì rimanendo a guardare quello di rifinitura al venerdì (come aveva fatto mercoledì) e considerare anche le condizioni emotive di Andy Reid l’Head Coach dei Chiefs il cui figlio Britt (anche coach degli outside linebacker di Kansas City) giovedì è stato coinvolto in un incidente stradale che ha coinvolto diverse autovetture e spedito in ospedale in condizioni critiche un bimbo di 5 anni.

Come finirà?

I Chiefs oltre ad un attacco scoppiettante hanno dimostrato di avere anche una difesa temibilissima e sono gli ovvi favoriti, mamai scommettere però contro il cuore del grande campione. Lo scorso gennaio un errore che hanno fatto in tanti, compreso Belichick, e lui ha portato al primo anno la sua nuova squadra al Super Bowl. La sua grandezza è racchiusa in questa stagione tanto quanto nei 6 anelli vinti, se non di più. Mahomes questo errore non lo farà certamente.

Il Super Bowl sarà visibile nella notte tra domenica e lunedì alle 00:30 in streaming tramite l’app DAZN nella sezione App di Sky Q o sui dispositivi supportati. I clienti Sky possono aderire all’offerta Sky-DAZN su sky.it/faidate. E grazie a extra, che premia la fedeltà dei clienti, per chi ha Sky da più di tre anni e ha Sky Calcio e Sky Sport l’offerta Sky-DAZN è senza alcun costo aggiuntivo sull’abbonamento Sky, anziché 9,99€ al mese. Lo sconto è offerto da Sky.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.