Wrestling AEW: Tyson e match a 5 stelle, Dynamite fa il botto

wrestling

Salvatore Torrisi

Clamoroso successo e ascolti da record negli USA per il primo episodio di Dynamite dopo la fine della “Wednesday Night War”.  E questa settimana si tenta il bis con altri due match titolati. Appuntamento per venerdì alle 19.00 su Sky Sport Collection

L’ultimo episodio di AEW Dynamite era particolarmente atteso, in quanto era il primo ad andare in onda negli Stati Uniti senza la concorrenza diretta di WWE NXT. E dopo aver trionfato nella cosiddetta “Wednesday Night War” (la sfida per la supremazia negli ascolti televisivi tra i due show) con un sonoro 63-10 sul programma rivale, Dynamite ha saputo ancora una volta stupire, grazie a uno show che ha regalato spettacolo ed emozioni dal primo all’ultimo secondo, catturando l’attenzione di oltre 1 milione e 200mila americani. Si tratta del secondo miglior risultato di sempre per AEW Dynamite, inferiore soltanto al dato fatto registrare in occasione dello storico episodio di debutto del 2 ottobre 2019. Dopo l’enorme successo riscontrato dall’ultimo pay-per-view Revolution, è l’ulteriore conferma della grande crescita e della sempre maggiore rilevanza della All Elite Wrestling. A chi vanno attribuiti i meriti di questo clamoroso risultato? Analizziamolo insieme.

Mike Tyson ancora protagonista

Grande interesse ha ovviamente suscitato la presenza di Mike Tyson, assoldato nel ruolo di Special Enforcer per il match tra Chris Jericho e Dax Harwood, che ha infiammato ulteriormente la rivalità tra Inner Circle e Pinnacle. Dopo aver respinto i tentativi di corruzione del leader del Pinnacle MJF, e lasciato intendere al neo-amico Chris Jericho che non avrebbe fatto sconti a nessuno nell’esercizio della sua autorità,”Iron Mike” è stato di parola, svolgendo il suo ruolo con grande serietà e impedendo ai membri delle due fazioni rivali di interferire nel match. E quando Cash Wheeler ha provato a colpire Jericho con una mazza da baseball, l’ex campione dei pesi massimi di boxe non si è fatto cogliere impreparato e ha bloccato il membro degli FTR, stendendolo poi con un folgorante destro al volto. Jericho ha sfruttato la situazione a suo favore, centrando Harwood con il suo Judas Effect e vincendo il match. Al termine del quale ha nominato Tyson membro onorario dell’Inner Circle. Un gran bel viatico in vista della sfida definitiva tra la sua fazione e il Pinnacle che avrà luogo nel “Blood & Guts” di inizio maggio. 

tyson

Young Bucks vs Pac & Fénix: un match a 5 stelle con “smascheramento”

Il segmento che ha visto Tyson come protagonista è stato in assoluto il più visto del programma, ma le analisi dettagliate degli ascolti dimostrano come il numero degli spettatori sia rimasto sostanzialmente costante per tutto lo show. A cominciare dallo strepitoso match d’apertura, che ha visto gli Young Bucks difendere con successo i titoli tag team dall’assalto di Pac e Rey Fénix. Dopo il voltafaccia nei confronti di Jon Moxley di 7 giorni prima e la riconciliazione con Kenny Omega, i fratelli Jackson hanno mostrato una tenuta da ring rinnovata e un atteggiamento molto diverso da quello che ci avevano abituato a vedere in AEW, ma assai più simile a quel misto di spacconeria e strafottenza che li aveva resi celebri in Giappone. Ma malgrado uno stile di lotta che ha messo da parte qualche manovra spettacolare in favore di una maggior cattiveria agonistica, hanno mantenuto inalterata la qualità sopraffina delle loro performance. E insieme a due avversari di altissimo livello, che li hanno portati a un passo dalla perdita dei titoli tag team hanno sfornato l’ennesimo match-capolavoro, premiato dall’autorevole critico Dave Meltzer del Wrestling Observer con le mitiche 5 stelle. Peccato solo che per vincere Nick Jackson abbia dovuto ricorrere a una deprecabile scorrettezza, strappando la maschera a Rey Fénix il quale, per copririsi il volto e preservare la propria identità (importantissima nella cultura della Lucha Libre messicana), è rimasto inerme di fronte al doppio superkick dei campioni tag team e al successivo schienamento.

young bucks

Darby Allin non si ferma

Grandi emozioni le ha regalate anche il main event, dove Darby Allin è uscito indenne da un’ennesima sfida estrema e senza esclusione di colpi con l’esperto Matt Hardy, che lo ha costretto a spingersi oltre ogni limite pur di difendere il titolo TNT. Alla fine, è stato decisivo un Coffin Drop effettuato da un traliccio dell’alta tensione. Allin si sta affermando sempre di più come uno dei beniamini assoluti del pubblico AEW, grazie alla sua implacabile determinazione e al suo stile spericolato, e non ha alcuna intenzione di fermarsi: nel prossimo Dynamite, infatti, difenderà il suo titolo TNT contro un altro dei giovani in maggiore ascesa della federazione: “Jungle Boy” Jack Perry. Il figlio d’arte del compianto Luke Perry, dopo mesi di prestazioni convincenti, avrà la sua grande chance in un’altra sfida che promette spettacolo.

allin

La divisione femminile sempre più in fermento

Livello della competizione in costante crescita anche nella divisione femminile. Nell’ultimo Dynamite si è assistito al convincente ritorno sul ring di Kris Statlander, “l’Aliena”, che si è sbarazzata in un paio di minuti della malcapitata Amber Nova, e soprattutto a una nuova, prorompente dimostrazione di forza di Jade Cargill, che ha prevalso in modo netto e inequivocabile sulla pur combattiva Red Velvet, mettendo probabilmente la parola fine su una lunga rivalità. Altre due potenziali contendenti al trono di Hikaru Shida, la quale però dovrà innanzitutto guardarsi da Tay Conti, nel match valido per il titolo femminile in programma nel prossimo Dynamite. Per la ragazza di Rio de Janeiro sarà l’occasione di coronare la straordinaria  ascesa di cui è stata protagonista negli ultimi mesi. 

aew

Christian Cage e “Hangman” Page contro il Team Taz

Da seguire, in un altro episodio di Dynamite che si preannuncia come imperdibile, anche il ritorno sul ring di Christian Cage, che dopo aver rifiutato la corte del Team Taz, dovrà vedersela contro uno dei suoi esponenti più temibili, “Powerhouse” Will Hobbs. Un altro membro del Team Taz, “Absolute” RIcky Starks, proverà invece a mettere fine alla striscia vincente di “Hangman” Adam Page, numero uno del ranking e, apparentemente, sempre più in rotta di collisione con il campione AEW, l’ex amico-rivale Kenny Omega. L'appuntamento è per venerdì alle 19.00 su Sky Sport Collection.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport