Wrestling AEW: Moxley & Kingston, “creature selvagge” all’assalto dei titoli tag team

wrestling

Salvatore Torrisi

Completa la card per Double Or Nothing: i due amici ritrovati sfidano gli Young Bucks. Sting ritorna sul ring al fianco di Darby Allin, l’Inner Circle e il Pinnacle si scontrano nello Stadium Stampede. Domenica una grande serata di wrestling AEW su Sky, con un episodio speciale di Dynamite e il pay-per-view in diretta su Sky Primafila

Si sono ritrovati ad AEW Revolution, quando Kingston era accorso a salvare il vecchio amico diventato rivale che sembrava stesse per saltare in aria insieme al ring. Quella bomba in realtà non è mai esplosa, ma ciò non ha impedito a Jon Moxley ed Eddie Kingston di recuperare la loro vecchia amicizia. E da quel momento in avanti i due sono stati spine nel fianco di Kenny Omega e dell’Elite, lottando spesso in coppia, accompagnati sul ring dalla celebre e appropriatissima “Wild Thing”, e vincendo ogni match, anche contro avversari di spessore come i Good Brothers o i The Acclaimed nell’ultimo Dynamite. E da quando gli Young Bucks hanno voltato le spalle a Moxley per ricongiungersi con Omega, la tensione è arrivata a un punto di rottura, tanto da spingere gli stessi campioni tag team AEW a lanciare la sfida per Double Or Nothing. Sfida ovviamente accettata da Moxley e Kingston che, imbattuti come tag team in AEW, hanno scalato i ranking di categoria, guadagnandosi quindi il diritto che gli Young Bucks mettessero i titoli in palio nel match. Che sarà tra i più attesi del pay-per-view, trasmesso in diretta su SKY PRIMAFILA nella notte tra domenica 30 e lunedì 31 maggio a partire dalle 2.00. Soprattutto perché la questione, già fortemente personale, si è ulteriormente inasprita dopo che, nell’ultimo Dynamite, Moxley e Kingston hanno assalito i fratelli Jackson al termine della loro difesa vincente contro i Varsity Blonds, rubando loro anche le preziosissime sneakers Jordan-Dior che ostentavano da qualche settimana. Una sfida ad alto tasso di esplosività, ma non sarà l’unica.

aew

Il ritorno di Sting sul ring

Double Or Nothing sarà anche teatro del ritorno ufficiale di Sting in un match tradizionale di wrestling, dopo lo street fight “cinematografico” di Revolution. L’Icona farà nuovamente coppia con Darby Allin, ma stavolta si cimenterà in un vero e proprio tag team match sul ring del Daily’s Place di Jacksonville. Gli avversari saranno Scorpio Sky e “All Ego” Ethan Page, che dopo aver tartassato Allin e Sting per settimane, nell’ultimo Dynamite hanno subito la vendetta dell’ex campione TNT e del suo mentore. Il match è stato quindi sancito per Double Or Nothing; lo Stinger è sembrato in formissima fino a questo punto, ma un incontro di wrestling vero e proprio, seppur di coppia, è tutt’altra cosa rispetto a una rissa di pochi minuti o uno street fight in cui è consentito l’uso di ogni oggetto contundente. C’è quindi grande curiosità di rivedere in azione lo Stinger a quasi 6 anni dal suo ultimo match tradizionale. Normale considerare lui e Allin favoriti, ma attenzione: Ethan Page e Scorpio Sky sono specialisti della categoria tag team (Scorpio è stato il primo campione di coppia AEW insieme a Kazarian negli SCU) e da quando lottano insieme non hanno mai perso. Il prossimo Dynamite sarà l’occasione per vederli in azione prima di Double Or Nothing, contro avversari tutt’altro che abbordabili: Evil Uno e Stu Grayson del Dark Order.

aew

Stadium Stampede: l’Inner Circle accetta la sfida

Nell’ultimo Dynamite era anche attesa la risposta dell’Inner Circle alla sfida del Pinnacle per Double Or Nothing. MJF e soci hanno infatti acconsentito a una rivincita dopo la controversa vittoria nel Blood & Guts, ma a due condizioni: che il match sia uno Stadium Stampede, incontro già disputato e perso dall’Inner Circle contro l’Elite a Double Or Nothing 2020, e che Jericho e compagni, in caso di ulteriore sconfitta, si sciolgano definitivamente. E la risposta di “Le Champion” e dei suoi sodali è stata forte è chiara: vale assolutamente la pena di correre il rischio. Match quindi ufficializzato per il pay-per-view, ma cos’è uno Stadium Stampede? In sostanza Inner Circle e Pinnacle si affronteranno all’interno del TIAA Bank Field, lo stadio nel quale solitamente giocano i Jacksonville Jaguars, franchigia NFL di cui è proprietaria la famiglia Khan. Al centro del campo da gioco verrà collocato un ring, ma le due fazioni potranno scontrarsi in tutta l’arena, compresi spalti, bar, skybox e così via. Non ci saranno squalifiche, e schienamenti e sottomissioni saranno valevoli ovunque. Una sfida ad alto tasso di spettacolarità e divertimento, ma data l’estrema asprezza della rivalità tra le due compagini, c’è da aspettarsi uno scontro più violento e brutale rispetto a quello visto l’anno scorso.

aew

Anthony Ogogo continua a impressionare: Cody lo attende al pay-per-view

A proposito di brutalità, continua a destare scalpore quella dell’ex pugile britannico Anthony Ogogo. La medaglia di bronzo a Londra 2012 nella categoria dei pesi medi, ha disputato soltanto 2 match ufficiali su un ring AEW, entrambi conclusi allo stesso modo: ko tecnico a seguito di un suo terrificante destro al corpo, o al volto. La sua ultima vittima, Austin Gunn, sarà costretto a uno stop di 8-10 settimane a causa delle lesioni riportate nel corso dell’incontro. Ogogo era un pugile molto promettente, che sembrava destinato a un futuro da campione del mondo, ma ha dovuto ritirarsi prematuramente a causa di un grave infortunio alla cavità orbitale sinistra. Rilanciatosi nel mondo del wrestling, grazie anche al lungo percorso di formazione e allenamento sostenuto nella Nightmare Factory, struttura gestita proprio da Cody Rhodes e famiglia, Ogogo ha preso parte alla “rivolta” guidata da QT Marshall, assumendo inoltre un forte atteggiamento antiamericano, che ha spinto Cody a rispolverare il leggendario soprannome del padre “American Dream” e a sfidarlo a un match per Double Or Nothing. Proprio a causa di questi forti contenuti patriottici, il loro match sarà tra i più sentiti dell’evento.

aew

Doppia difesa per Miro: Dante Martin e Lance Archer

Uno dei match più interessanti sanciti per il pay-per-view sarà probabilmente quello per il titolo TNT, una sfida tra due veri colossi del ring: il campione Miro e il “Murderhawk Monster” Lance Archer. Ma attenzione, perché Miro dovrà prima vedersela con il giovane Dante Martin a Dynamite, e il titolo TNT sarà in palio anche in quella occasione. Difficile immaginare una sorpresa, ma Martin è un ragazzo dalle straordinarie doti atletiche che saprà dare spettacolo e presentare al “distruttore Bulgaro” un tipo di difficoltà totalmente diverso rispetto a quello che gli metterà di fronte Archer in pay-per-view. Motivo in più per seguire sia un episodio speciale di Dynamite, posticipato negli USA a causa della concomitanza con i playoff NBA e quindi in onda eccezionalmente di domenica, con il primo passaggio alle 16.30 su Sky Sport Arena, sia Double Or Nothing 2021, disponibile a soli 9.99 euro su SKY PRIMAFILA, con diretta domenica alle 2.00 e repliche fino a giovedì alle 12, alle 16 e alle 20.

aew

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche