Mlb, l'American League si conferma la più forte nell'All Star Game

baseball

Danilo Freri

Ottava vittoria consecutiva per l’American League che ha sconfitto nella notte per 5 a 2 la National League. Guerrero MVP dell’All Star Game: a 22 anni è il più giovane della storia

La scorsa notte ha vinto la partita delle stelle con il punteggio di 5 a 2, sconfiggendo così la National League per l'ottava volta consecutiva e per la ventesima volta nelle ultime 23 sfide. Il Coors Field di Denver si è dimostrato ancora una volta uno stadio favorevole ai grandi battitori, come ha dimostrato Vladimir Guerrero con un mostruoso fuoricampo al terzo inning. Guerrero è stato eletto MVP dell'All Star Game e a 22 anni diventa così il più giovane nella storia.

 

Ha fatto la storia anche il giapponese Ohtani che ha lanciato un perfetto primo inning, risultando il lanciatore vincente della gara. Come previsto ha giocato anche due turni in attacco come battitore designato, il primo in assoluto a interpretare i due ruoli nella partita delle stelleL'American League si è portata in vantaggio 4 a 0 nella quinta ripresa e non si è più fatta riprendere, continuando così la sua tradizione vincente.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche