Matteo Berrettini: "Voglio tornare alle ATP Finals. È stata una stagione straordinaria"

Tennis

Sorride Matteo Berrettini al termine del match con Thiem, che gli ha regalato la prima vittoria in carriera alle Finals: "Stagione straordinaria, penso già alla preparazione per tornare qui il prossimo anno ancora più competitivo. Un voto? Mi darei un 8 in pagella"

Matteo Berrettini si gode il primo successo in carriera alle Finals, prima volta in assoluto anche per un tennista italiano. Decisivo il trionfo contro Dominic Thiem, battuto 7-6, 6-3 nell'ultimo incontro del girone Borg. "Sono molto fiero, dedico questa vittoria al mio team, alla famiglia - le parole a caldo del 23enne romano, numero 8 del mondo -. E' stata una stagione straordinaria, non mi aspettavo di essere qui a inizio stagione. Voglio tornare qui il prossimo anno, ci spero. E' stato fantastico, sono contento di aver finito con una vittoria. Contro Thiem è sempre una grande battaglia, sono rimasto concentrato nel 1° set e sono contento della prestazione, nonostante non sia al 100% fisicamente". Berrettini convive da qualche giorno con un fastidio muscolare, che fortunatamente non gli ha impedito di raccogliere il primo successo a Londra. 

Berrettini: "Il mio dritto? Merito della mamma..."

Con gli occhi un po' lucidi e dopo aver ringraziato anche in italiano, Berrettini risponde ironicamente alla giornalista che gli chiede da dove arrivi il suo micidiale dritto: "Devo ringraziare mia mamma, sicuramente non il papà!". Poi torna più serio sull'argomento: "Abbiamo lavorato duro con il mio team, è merito loro - ha detto -. Ho vissuto momenti difficili in questa stagione e loro mi sono sempre stati vicini. Ero insopportabile. Ora devo restare concentrato perché c'è ancora un grande evento (la Coppa Davis, ndr), poi potrò prendermi qualche giorno di riposo". 

Berrettini a Sky: "Mi darei 8 in pagella. Voglio essere più competitivo"

Matteo Berrettini si è presentato ai microfoni di Sky Sport dopo la storica vittoria con Thiem: "Sto già pensando alla preparazione in vista del prossimo anno, voglio sentirmi più forte - ha spiegato -. Voglio arrivare ancora qui ed essere ancora più competitivo. Se mi dovessi qualificare sarei più pronto, perché le prime volte sono difficili da gestire. E' successo a Wimbledon e a New York". Un bilancio del 2019 secondo Berrettini: "Mi darei un 8, perché potevo fare meglio ma sono stato bene in campo, nonostante non sempre fossi al 100%". Cosa c'è nel futuro immediato di Berrettini? "Ora Coppa Davis, poi un paio di settimane di riposo, non in Europa". Poi sulla dedica alla telecamera, in cui spiccava un 'Brilla': "Brilla è un soprannome, è facile da indovinare a chi fosse dedicato...(alla findanzata Ajla Tomljanovic, ndr)". Infine la chiusura pensando al prossimo anno: "Il mio obiettivo per il 2020 è quello di giocare a questo livello, voglio essere sano fisicamente e regalare tante emozioni ai tifosi del tennis". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.