Malagò: "Obiettivo ATP Finals Covid-free a Torino. Olimpiadi cancellate? Nessun rischio"

le parole a sky

Il presidente del Coni guarda avanti e fissa la meta: "ATP Finals a Torino Covid-free, l’obiettivo è assolutamente questo - spiega a Sky Sport -. Abbiamo un bel mix di talenti nel tennis, hanno anche la mentalità oltre che la tecnica". E sulle Olimpiadi aggiunge: "Non c'è alcun rischio che vengano cancellate"

CORONAVIRUS, DATI E NEWS IN TEMPO REALE

"ATP Finals a Torino Covid-free? L’obiettivo è assolutamente questo". Giovanni Malagò fissa la meta per uno degli eventi più importanti dell'anno che vedrà l'Italia come Paese ospitante. "È chiaro che un conto è l’attività indoor e un’altra quella outdoor - ha spiegato il presidente del Coni a Sky Sport -, però ci auguriamo che per quella data la vaccinazione di massa sia stata raggiunta e, aggiunta all’integrazione che attesta la non contagiosità, è l’elemento imprescindibile per fare una grande manifestazione". Torneo che metterà alla prova anche alcuni tennisti azzurri in rampa di lancio e protagonisti ultimamente di grandi performance, come la semifinale raggiunta a Roma da Sonego. "Gli Internazionali sono una manifestazione che ho nel cuore - ha aggiunto Malagò -. Sono stato per due anni il presidente del comitato organizzatore, l’epopea degli anni '70 me la ricordo benissimo. Oggi è brutto fare paragoni, ma certi versi siamo messi meglio: abbiamo un mix di giovani e meno giovani di grande prospettiva, sono persone che hanno testa e mentalità oltre a fisico e tecnica per farci sognare e questo è importantissimo. Come nella vita, anche lo sport è fatto di cicli e momenti".

"Olimpiadi cancellate? Non c'è alcun margine di rischio"

L'attenzione, inevitabilmente, è catalizzata anche dai Giochi Olimpici previsti in estate, ma Malagò non è apparso preoccupato dalle voci che chiedevano una cancellazione dell'evento: "Le notizie che ho sono di prima fonte - ha detto il numero uno del Coni -. I soggetti legittimati ad esprimere delle opinioni sono il Governo giapponese, il comitato organizzatore di Tokyo 2020 e il Cio, e su questo c’è sempre stata una risposta unanime. Non c’è alcun margine di rischio, poi inevitabilmente ogni evento è legato ad alcune dinamiche che cambiano di giorno in giorno. Una delle discipline a cui il nostro comitato punta di più in vista di Tokyo è senz'altra il nuoto che, ormai da molto tempo, offre aspettative e risultati importanti. Agli Europei sono arrivati risultati ancora migliori dal nuoto di fondo, mentre la vasca è cominciata da poco e aspettiamo la conclusione".

"Figc, direzione obbligata per reggere il sistema. Mou? La piazza ne aveva bisogno"

approfondimento

Il web promuove Mou alla Roma: l'analisi

Il presidente del Coni ha commentato anche la strada che sarebbe pronta a intraprendere la Figc, con norme anti-Superlega e anti-indebitamento. "Più che una direzione virtuosa la definirei obbligata - ha detto Malagò -. Era fondamentale che il calcio ripartisse, però era indispensabile e lo è ancora di più oggi creare dei correttivi, perché il sistema con questi numeri non sta in piedi". E sull'arrivo di Mourinho alla Roma ha concluso: "È un valore aggiunto per il calcio italiano. Penso che la piazza aveva bisogno di qualcosa di importante, le aspettative sono molto alte poi vedremo quello che succederà".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche