Roland Garros, Musetti batte Cecchinato in 5 set: agli ottavi sfiderà Djokovic

roland garros
©Getty

Si chiude dopo oltre 3 ore il "derby" italiano al Roland Garros tra Cecchinato e Musetti: se lo aggiudica il 19enne che, dopo un inizio difficile, vince in 5 set (6-3, 4-6, 3-6, 6-3, 3-6) con giocate da urlo per gli occhi del pubblico e vola agli ottavi di finale dove sfiderà Novak Djokovic (lunedì su Eurosport - canali 210 e 211 della piattaforma Sky)

ROLAND GARROS: GLI ITALIANI IN CAMPO - VIDEO. MAGIA DI MUSETTI

Lorenzo Musetti non si ferma e continua a sognare. Sulla terra rossa il 19enne vince il “derby” italiano contro Marco Cecchinato e approda agli ottavi del Roland Garros. Il tennista di Carrara ha la meglio in 5 set del palermitano, nonostante un inizio tutto in salita, poi archiviato grazie a una costante crescita caratterizzata anche da colpi geniali e osannati dal pubblico francese. Lunedì la sfida agli ottavi contro Novak Djokovic. Il numero uno al mondo ha sconfitto il lituano Berankis 6-1, 6-4, 6-1.

La partita

Musetti paga un po’ di tensione all’inizio e concede subito il break nel primo turno di battuta, permettendo all’avversario di prendersi subito il vantaggio. Cecchinato, al contrario, sui servizi è impeccabile e perde punti inizialmente solo su un paio di doppi falli. Musetti, infatti, mantiene una posizione troppo arretrata e dà gioco facile su uno dei suoi punti di forza, le palle corte, finendo per perdere il parziale con un netto 6-3. Musica leggermente diversa nel secondo, con il tennista di Carrara più concentrato sicuramente in battuta e meno impreciso sia sui dritti che sui rovesci. Resta, tuttavia, la fatica sulle risposte che permettono al n°83 del ranking di non lasciar all’avversario alcun break. Questo apparentemente fino all’ottavo game, quando Musetti spreca in rovescio le prime sue due palle break dell’incontro. Gioia solo rimandata perché l’U-20 azzurro chiude in crescendo e va a prendersi il break nell’ultimo e decisivo game, dove lascia a zero il suo avversario e pareggia il conto dei set.

Il classe 2001 gioca sulle ali dell’entusiasmo e dopo aver tenuto il servizio in apertura di terzo parziale, conquista subito un break con una giocata straordinaria, una volée effettuata col polso dietro la schiena che entra tra i colpi più belli del torneo. Cecchinato, però, non demorde e grazie a due rovesci falliti dall’avversario effettua subito il controbreak, prima di recuperare sul momentaneo 2-2. Entrambi riescono poi a tenere il servizio, ma il vento del match è cambiato e vede il palermitano più in difficoltà in entrambe le fasi di gioco. Musetti dal fondo completa un’altra super giocata in lob, sul rovescio: il pubblico lo stringe di applausi e lui ripaga prendendosi il secondo break nel parziale. Poi il turno di battuta finale è solo un piccolo step per vincere il 3° set con il risultato di 6-3. Il destino dell'incontro cambia un’altra volta nel quarto parziale, con Cecchinato che gioca sui nervi e conquista il break nel 4° game sfruttando i colpi a fin di rete. Il tennista di Carrara rischia di concedere un altro break, resiste qualche altro minuto ma alla fine cede il set che riequilibra il punteggio momentaneo su 2 set pari.

L’emotività del semifinalista del Roland Garros 2018 diventa un fattore determinante nell’ultimo parziale: la fretta di chiudere gli costa caro, i punti persi sono un ulteriore mazzata psicologica. Musetti si prende il break dopo lo scambio più lungo della sfida, poi ne vince un altro al 6° game e lo proietta sul 5-1. L’orgoglio di Cecchinato lo porta al controbreak e poi ad annullare tre match point sul proprio servizio, ma il giovane tennista azzurro riprende il controllo e sul turno di battuta stacca il pass per gli ottavi di finale. Il sogno continua.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche