Caricamento in corso...
19 marzo 2017

Napoli, vittoria col brivido: 3-2 a Empoli

print-icon

Per la prima volta nella sua storia, la squadra di Sarri vince cinque gare in trasferta di fila e sorpassa momentaneamente la Roma al secondo posto. Dopo un buon primo tempo, chiuso in vantaggio sul 3-0, i toscani sfiorano il pareggio in rimonta con un gol dell'ex El Kaddouri e un rigore trasformato da Maccarone

EMPOLI-NAPOLI 2-3

19' e 38' rig. Insigne (N), 23' Mertens (N), 70' El Kaddouri (E), 82' rig. Maccarone (E)

Doppio Insigne, una perla di Mertens su punizione. Il Napoli piega 3-2 l’Empoli nel lunch match della 29^ giornata e continua la sua caccia al secondo posto finale in campionato. Per la prima volta nella loro storia, gli azzurri vincono cinque trasferte di fila in Serie A. Il ritorno di Maurizio Sarri a Empoli all’inizio è molto dolce. Una stretta di mano al suo ex vice Martusciello, una a Maccarone, tanti sorrisi. Il primo tempo del Napoli, chiuso sul 3-0, è ottimo. Nulla lasciava prevedere la grande sofferenza della ripresa. Sfruttando un calo di concentrazione, l’Empoli ha prima accorciato le distanze con un gol dell’ex (El Kaddouri), su punizione. Poi, con un calcio di rigore trasformato da Big Mac, ha fatto venire i brividi alla squadra azzurra nel finale. La gara, però, finisce così: il Napoli, in attesa di Roma-Sassuolo, è di nuovo secondo a +1 sui giallorossi.

Calo di concentrazione a parte, che ha fatto davvero infuriare Maurizio Sarri, i motivi per credere nella conquista della qualificazione diretta alla prossima Champions League, il Napoli li ha tutti. Così come l’Empoli di raggiungere la salvezza, visto che il distacco sul Palermo terz’ultimo è ancora rassicurante. Ripartire dal secondo tempo contro il Napoli sarà probabilmente sufficiente. Non sarà facile però invertire subito la rotta: alla ripresa, la squadra di Martusciello sarà ospite all’Olimpico a Roma nell’anticipo del sabato alle 20:45.

Le scelte - Sarri decide di dosare le forze in vista del rush finale. Koulibaly resta in panchina: in campo c’è Chiriches. A centrocampo, un turno di riposo per Zielinski e Diawara: in campo ci sono Jorginho e Allan. Ancora in panchina Pavoletti, in campo c’è Mertens nella solita posizione di falso nueve con Insigne e Callejon sulle ali. Anche Martusciello però stupisce: in campo con El Kaddouri e Pucciarelli c’è il giovane Thiam, Maccarone parte dalla panchina.

 

Tris Napoli nel primo tempo - Dopo aver sbagliato un calcio di rigore in avvio con Mertens, ottenuto alla prima accelerazione della gara, il Napoli ha sbloccato la gara al 19’ con Insigne, ha raddoppiato con una perla su punizione dell’attaccante belga (al 20° gol in campionato), e ha chiuso i primi 45’ sul 3-0 grazie a un secondo rigore, stavolta trasformato da Insigne al 38°.

Empoli, che secondo tempo! - Se il risultato finale non è mai stato in discussione, però, c’è da dire che i toscani nella ripresa hanno mostrato un grandissimo orgoglio. La squadra di Martusciello che non vince dal 23 gennaio scorso, ha provato nella ripresa a far male, sfruttando un calo di concentrazione del Napoli. E c’è riuscita per larghi tratti. Prima con Thiam. L’attaccante 24enne in prestito dalla Juve, è stato schierato dal 1’ al posto di Maccarone. E al 70’ il gol l’ha fatto davvero: una punizione dell’ex El Kaddouri, che ha festeggiato così il traguardo delle 100 gare in serie A. Poi il fallo di Ghoulam su Krunic costringe Damato a fischiare un altro calcio di rigore. Big Mac, non l’ha sbagliato. Per lui è il 100° gol con la maglia dell’Empoli. Un risultato enorme. Nonostante la spinta del pubblico, la gara finisce così. Ma un allenatore così attento ai dettagli come Sarri, non può essere molto contento del risultato.

SERIE A - I GOL

FANTAGIOCHI

fan

Fantascudetto

Gioca subito

Sup

SUPER 6

Pronostica 6 risultati e vinci ogni settimana

Tutti i siti Sky