Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
03 febbraio 2009

Val d'Isere d'oro per la Vonn, la Fanchini delude. IL VIDEO

print-icon
lin

Lindsey Vonn sorridente dopo l'oro vinto nel SuperG dei Mondiali

MONDIALI SCI. Nel SuperG femminile la prima medaglia preziosa va alla fuoriclasse americana. Solo nona l'azzurra, male le compagne di squadra. Subito fuori molte favorite, tra cui Julia Mancuso, la Goetschl e la Paerson. TUTTO IL PROGRAMMA

SCARICA IL PROGRAMMA DEI MONDIALI (pdf)

In una giornata di scarsa visibilità e dalle condizioni meteo molto variabili sul difficile tracciato della pista Solaise riservata alle gare femminili, è stata un'ecatombe di campionesse (Paerson, Goetschl, Mancuso) nel SuperG inaugurale dei Mondiali di sci. Ma non delude di certo la favorita Lindsey Vonn, fuoriclasse americana di 24 anni già trionfatrice a Garmisch, che vince infatti la prima medaglia d'oro in Val d'isere davanti alla francese Marchand-Arvier (argento) e alla austriaca Fischbacher (bronzo). Male purtroppo, invece, l'attesissima Nadia Fanchini: soltanto nona a 2"02 dalla vincitrice. La Vonn, alla prima affermazione in carriera in una competizione iridata, si è imposta con il tempo di 1'20"73 precedendo di 34 centesimi, come detto, la francese Marie Marchand Arvier e di 40 l'austriaca Andrea Fischbacher. Quarta l'austriaca Anna Fenninger (+1"28),

L'attesa era tutta per Nadia Fanchini, leader di Coppa di specialità che quest'anno non aveva mai fatto peggio del quinto posto nei 4 superg disputati in coppa. L'atleta delle Fiamme Gialle però ha compromesso la sua discesa con un errore alla seconda porta: "Ho commesso un errore alla seconda porta- ha spiegato la Fanchini-. Mi spiace, non sono riuscita più a sciare, avevo già la testa per aria. Sapevo che si sbagliava in quel punto, ma non avevo visto la gara. Mi sono quasi fermata, la parte iniziale l'ho fatta male, non ho più concluso niente. Fa parte del gioco, oggi era da mollare tutto e rischiare perché contavano solo le medaglie. Peccato, è andata male. D'altra parte o rischi o arrivare quarti non serve a niente. E' andata male, speriamo di rifarci. Questa pista non ti permette errori, se sbagli, è andata. Dopo l'errore ho continuato a scendere ma sapevo che la gara ormai era andata. Il mio errore? Ho chiuso male la curva e la porta dopo era troppo attaccata. L'ho lasciata andare, poi da lì ho fatto un casino. Peccato. Ho sbagliato fin dall'inizio, dopo la prima parte non sono riuscita a reagire. Dentro ho pensato che avevo sbagliato troppo. Poi continuavo a sbagliare. E' stato anche un problema di visibilità. Domenica però ci riproviamo tutte e speriamo di fare una bella gara. Saremo più rabbiose e cattive per ottenere un buon risultato perché ce lo meritiamo anche". Wendy Siorpaes è finita 21esima, mentre le altre due azzurre in gara, Lucia Recchia e Daniela Merighetti, sono andate fuori alle prime porte.

Ordine d'arrivo Super-G femminile:
1. Lindsey Vonn (Usa) 1'20"73;
2. Marie Marchand-Arvier (Fra) +0"34;
3. Andrea Fischbacher (Aut) +0"40;
4. Anna Fenninger (Aut) +1"28;
5. Tina Maze (Slo) +1"33;
6. Elisabeth Goergl (Aut) +1"54;
7. Lara Gut (Svi) +1"61;
8. Maria Riesch (Ger) +1"71;
9. Nadia Fanchini (Ita) +2"02;
10. Victoria Rebensburg (Ger) +2"07.