Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 gennaio 2010

Kostner contro Marchei, una poltrona per due

print-icon
val

Valentina Marchei è la campionessa italiana in carica: battendo la Kostner potrebbe rappresentare l'Italia a Vancouver

Agli Europei di pattinaggio di Tallinn, le due italiane si sfidano per una medaglia, ma non solo. In palio c'è anche la partecipazione alle Olimpiadi di Vancouver. La Marchei, che a dicembre ha battuto Carolina ai campionati nazionali, tenta il colpaccio

COMMENTA NEL FORUM ALTRI SPORT

TUTTO SULLE OLIMPIADI DI VANCOUVER

Carolina Kostner contro Valentina Marchei. Uno scontro difficile, vissuto in due ottiche completamente opposte: se per Carolina è un'Olimpiade già iniziata, per Valentina è la possibilità di un inizio inaspettato.
Il campionato europeo di Tallinn, in programma fino a domenica prossima, vedrà impegnate le due azzurre, a caccia del titolo, ma non solo.
Per la Kostner l'appuntamento di Tallinn è una tappa fondamentale verso le Olimpiadi di Vancouver, alle quali ancora non è qualificata: sarà proprio lo scontro interno con l'altra azzurra, Valentina Marchei, attuale campionessa italiana in carica, a decidere chi delle due volerà a Vancouver.

Il ghiaccio è bollente sotto i pattini delle contendenti. La tensione si inspessisce e gli sguardi continuano a pungere. Come quel 20 Dicembre 2009 in cui Valentina riuscì a strappare il titolo Italiano alla rivale Carolina. Era già successo, nel 2004. Vittoria anche nel 2008, assente, però, l'influenzata Kostner.
Ma adesso è tutto diverso. Quel 20 Dicembre ha segnato per Valentina la possibilità di coronare un sogno: partecipare all'Olimpiade di Vanocuver 2010: la sua prima Olimpiade.

Carolina soffre. Soffre la mente e il fisico stenta a reagire. Il ghiaccio scivola e le sta scivolando tra le mani anche l'occasione di rifarsi dopo Torino 2006, gara in cui cadde rovinosamente nella combinazione triplo Flip-triplo Tolup per commettere altri gravi errori nelle combinazioni seguenti. Un nono posto con un sapore amaro, una forte delusione che ora sembra non poter finire.
Due giorni di allenamento contemporaneo sulla pista di gara, due giorni in cui i convenevoli hanno lasciato il posto a qualche "ringhio", pochi saluti, poche occhiate e tanta concentrazione. Ci si gioca tutto. Una va e l'altra sta a casa. È la regola, nessuna eccezione. Domani il verdetto finale, la domanda sorge spontanea: riuscirà Carolina a dominare ghiaccio e stress o sarà Valentina, galvanizzata da un momento di forma perfetta, ad avere la meglio?