Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
16 marzo 2010

Ciclismo, il Tas ferma Valverde: niente Italia per due anni

print-icon
ale

Alejandro "Piti" Valverde non potrà correre in Italia per due anni

Il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna ha confermato la squalifica di due anni in Italia per il ciclista spagnolo Alejandro Valverde, in seguito alle indagini compiute dalla Procura Antidoping del Coni in relazione alla cosiddetta "Operacion Puerto

COMMENTA NEL FORUM DI CICLISMO

Il Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna ha confermato la squalifica di due anni in Italia per il ciclista spagnolo Alejandro Valverde. Lo si è appreso da fonti del ciclismo internazionale. Il Tas ha respinto quindi il ricorso contro la sentenza emessa dal Tribunale Nazionale Antidoping del Coni, con la quale a Valverde veniva inibita la partecipazione a qualsiasi competizione sul territorio italiano in seguito alle indagini compiute dalla Procura Antidoping del Coni e dalla Procura della Repubblica di Roma in relazione alla cosiddetta "Operacion Puerto".

Il Tas ha anche inflitto a Valverde una multa di 10 mila franchi svizzeri (poco più di 8 mila euro), che dovrà versare al Comitato Olimpico Italiano a titolo di rimborso per le spese legali sostenute. Valverde si era appellato contro la sentenza emessa dal Tribunale Nazionale Antidoping del Coni l'11 maggio scorso, con la quale gli veniva inibita la partecipazione a qualsiasi competizione sportiva sul territorio italiano. Le indagini erano state compiute dalla Procura Antidoping del Coni, guidata da Ettore Torri, e dalla Procura della Repubblica di Roma, col pm Paolo Ferraro, in relazione alla "Operacion Puerto", considerata il più grande scandalo di doping legato al traffico di sacche di sangue con i valori alterati in Spagna a partire dal 2006.