Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 marzo 2010

Stella dell'hockey a 48 anni. Ma quanti "nonni" nello sport

print-icon
spo

Chris Cheliosl, a 48 anni, è il giocatore più anziano nella storia dell'hockey (foto Ansa)

Chris Chelios è il giocatore più vecchio di sempre nel campionato NHL degli Stati Uniti. Il 91enne italiano Ugo Sansonetti, detto "Matusalesto", è record del mondo master indoor sui 60 mt. E l'80enne Ray Moon è campione di bodybuilding

COMMENTA NEI FORUM DI SKY.it

di Alfredo Alberico

Ce l'hanno raccontato i genitori sin da bambini: fare sport fa bene, aiuta a vivere meglio e più a lungo. E lo dicono pure i cervelloni, quegli scienziati che sempre più spesso tirano fuori ricerche sull'argomento. Come il recente studio pubblicato da un team del King’s College di Londra: più si è sedentari, più si accorcia la resistenza dei telomeni, una specie di unità di misura dei cromosomi.

Un problema che non riguarda certo Chris Cheliosl, al quale invece lo sport ha allungato la carriera. Difensore greco di 48 anni, è lui il più vecchio di sempre nella NHL, il campionato di hockey degli Stati Uniti. Ha firmato un nuovo contratto trasferendosi dai Chicago Wolves agli Atlanta Thrasher, stabilendo così il record. "Che effetto mi fa essere il più vecchio? - ha commentato in un'intervista alla CNN - E' una buona sensazione: non ho più lo scatto di qualche tempo fa, non riesco più a stare in campo per lo stesso numero di minuti di allora, ma continuare a giocare mi fa stare bene".

Ma c'è chi è molto più avanti di Chelios. Avanti con l'età s'intende. Nel bodybuilding un arzillo 80enne di nome Ray Moon, ribattezzato "The Body", fa sfoggio dei suoi muscoli in giro per il mondo, e nel 2008, in Australia, si è addirittura tolto lo sfizio di laurearsi campione iridato nella categoria over 60.

Sul web c'è poi chi giura di aver trovato l'anima gemella di Mooon. Si tratta della sudafricana Georgina Harwood, 92 anni, 4 figli e 14 nipoti. Ad 80 anni già campionessa di croquet, una specie di cricket me senza cavallo, la Harwood nel 2007 si è data agli sport estremi lanciandosi con il paracadute da 2.700 metri d'altezza.

E' quasi coetaneo della Harwood l'italiano Ugo Sansonetti. Lo chiamano "Matusalesto" e con le sue 91 primavere sul groppone ha stabilito nell'atletica il record del mondo master indoor sui 60 metri.

A confronto con questi highlanders gli ultratrentenni del calcio italiano diventano dei bebè in pantaloncini e calzettoni. E ciò anche se il rapporto annuale dell'Osservatorio sui calciatori professionisti ha rivelato che il campionato di Serie A, con 27 anni e 44 giorni di media, è tra i più vecchi d'Europa e si piazza dietro solo al torneo di Cipro.

Guarda anche

Ha 91 anni e corre 60 mt in 11.38. E' italiano 'nonno Bolt'
Serie A, quarantenni all'assalto. Il calcio è cambiato