Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
29 maggio 2011

Golf, Manassero chiude al 7° posto nel Bmw Pga Championship

print-icon
mat

Matteo Manassero ha chiuso settimo sul percorso del Wentworth Club

Giornata poco fortunata per il 18enne veronese che aveva iniziato il giro finale in vetta, alla pari con Donald. L'inglese ha vinto il prestigioso e ricco torneo dell'European Tour. Ottima prova, comunque, del baby fenomeno italiano

Matteo Manassero ospite nella redazione di Sky.it - Guarda le foto del backstage di Matteo Manassero a Sky.it


Matteo Manassero ha ottenuto un ottimo settimo posto con 283 colpi (66 70 72 75 ) nel BMW PGA Championship, il prestigioso e ricco torneo dell'European Tour svoltosi sul percorso del Wentworth Club (par 71), a Virginia Water in Inghilterra. Ha vinto l'inglese Luke Donald, che dopo aver terminato le 72 buche regolamentari in 278 colpi (64 72 72 70), sei sotto par,  alla pari con il connazionale Lee Westwood (72 69 69 68), lo ha poi superato con un birdie alla prima buca di spareggio, conquistando anche la leadership nel world ranking, rilevando proprio il suo avversario.

Edoardo Molinari ha chiuso al 39 posto con 289 colpi (74 72 69 74), mentre il fratello Francesco al 50 con 292 (75 71 73 73). I due inglesi sono stati seguiti in graduatoria da un altro inglese, Simon Dyson, terzo con 280, e da un terzetto in quarta posizione con 282 formato dall'irlandese Shane Lowry, dal francese Raphael Jacquelin e dall'australiano Marcus Fraser. Insieme a Manassero hanno occupato la settima piazza gli scozzesi Colin Montgomerie e Peter Whiteford, il gallese Jamie Donaldson, l'inglese Davis Horsey e lo svedese Johan Edfors. Al 16 posto con 285 il sudafricano Ernie Els, al 24 con 287 il thailandese Thongchai Jaidee e al 31 con 288 il tedesco Martin Kaymer.

Non è stata, purtroppo, una giornata fortunata per Manassero che aveva iniziato il giro finale in vetta, alla pari con Donald e con due colpi di margine su Westwood e sul paraguaiano Fabrizio Zanotti, il quale si è rapidamente defilato (24). Il 18enne veronese è stato in difficoltà con il putter e non è riuscito a realizzare birdie. Dopo un doppio bogey alla buca 4 è comunque rimasto a lungo al terzo posto, scendendo poi di quattro posizioni con due bogey alla 13 e alla 16 buca. Resta comunque una grandissima prova e il settimo posto, sicuramente un ottimo risultato in un torneo in cui il titolo se lo sono giocato i primi due giocatori al mondo.