Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
06 gennaio 2013

Sci, nello slalom di Zagabria vince l'Austria. Gross quarto

print-icon
mar

Splendida seconda manche di Marcel Hirscher, Austria, che vince a Zagabria

Il migliore degli italiani è un magnifico Stefano Gross, che sfiora il podio. Splendida seconda manche di Hirscher che trionfa davanti allo svedese Myhrer e al connazionale Mario Matt

Delude assai lo svedese Jens Byggmark, in testa dopo la prima manche, ma ruzzolato in fondo alla graduatoria al termine della seconda. Lo slalom di Zagabria va invece a uno strepitoso austriaco Marcel Hirscher. L'azzurro Stefano Gross, terzo alla fine della prima prova, si piazza al quarto posto.

In classifica ci sono poi un bravo Manfred Moelgg, settimo in 1.57.90, Patrick Thaler, decimo in 1.58.55, e Cristian Deville 14/o in 1.59.02, con un errore di troppo in ogni manche nonostante una bella sciata. L'austriaco Hirscher si è portato in testa alla classifica generale di coppa del mondo con 740 punti superando il norvegese Aksel Svndal rimasto a 689 punti. Con 421 punti Hirscher guida anche la classifica di slalom.

Anche nella seconda manche si è gareggiato in condizioni difficili con cielo coperto, temperatura di qualche grado sopra lo zero, molta umidità e pure un po' di nebbia. Il fondo della pista, con neve molto umida e saponosa, si è segnato creando passaggio dopo passaggio solchi nelle curve, come dei binari nei quali non è facile condurre gli sci.

La coppa del mondo torna tra una settimana il 12 e 13 gennaio, sabato e domenica prossimi, ad Adelboden, in Svizzera, con il classico gigante e uno slalom speciale. Il gigante sarà l'ultimo prima della gara Mondiale di Schladming, il 14 febbraio, decisivo pertanto nella formazione delle squadre di quattro atelti per nazioni ammessi alla prova iridata.

La prima manche - Stefano Gross era stato come detto la sorpresa azzurra dopo la prima manche dello slalom maschile di Coppa del Mondo a Zagabria, in Croazia: terzo, alle spalle dello svedese Jens Byggmark e dell'austriaco Marcel Hirscher.

Il trentino Cristian Deville ha commesso una grave errore a causa della neve molto scivolosa chiudendo in 1'00"64, 16°. Ancora più in ritardo Patrick Thaler in 1'01"04. Il campione olimpico Giuliano Razzoli, che a Zagabria arrivò terzo nel 2009 e vinse nel 2010, si è invece fermato a neppure metà gara mentre stava sciando molto bene: ha accusato  un forte e improvviso dolore alla schiena, problema che lo sta assillando da alcuni giorni.