Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 febbraio 2013

Austria, la corsa all'oro continua. Oggi Italia permettendo

print-icon
han

L'austriaco Hannes Reichelt, il più veloce nella prima prova di discesa a Schladming (Foto Getty)

ELISA CALCAMUGGI ci ricorda che Paris ha già messo il bastone tra le ruote agli austriaci nella libera di Kitzbuehel, ma i padroni di casa questa volta ce l'hanno messo tutta: la nuova idea arriva dalle prove di discesa

di Elisa Calcamuggi
(da Schladming)

Nemmeno la terza gara in programma è servita all’Austria per agguantare la medaglia d'oro. La vittoria di Hoefl Riesch, seguita da Tina Maze, ha portato al popolo organizzatore del Mondiale solo una medaglia di bronzo, vinta grazie a Nicole Hosp. Eppure gli austriaci ce la stanno mettendo tutta. Per essere i più veloci hanno addirittura speso 70.000 euro per sviluppare una tuta che doveva essere ancora più veloce di quella che normalmente usano in Coppa del Mondo, ma come si dice "l’abito non fa il monaco", che in questo caso potrebbe essere tradotto con "non basta una tuta per essere i migliori".

Sabato mattina è in programma la discesa maschile, il titolo più ambito. L'azzurro Dominik Paris ha già rovinato la festa austriaca a Kitzbuehel, e qui sperano non lo faccia di nuovo. Così, per difendersi dallo squadrone italiano, si sono inventati la prova di discesa in due tempi: venerdì i ragazzi hanno provato tre quarti di pista, sabato mattina a poche ora dalla gara possono provare l'ultimo quarto. Insomma, non certo un'organizzazione mondiale...Secondo i più maligni gli austriaci questa pista l'hanno provata così tante volte che saranno i meno penalizzati. La verità la dirà il cronometro, ma oltre alla tuta e alla prova dimezzata ci sarà anche il fattore campo ad aiutare i padroni di casa: al parterre e sugli spalti sono attesi 85.000 tifosi.