Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
14 febbraio 2013

Schladming, gigante: oro alla Worley, le azzurre ko

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

La campionessa del mondo di slalom gigante è la francese. Argento e terza medaglia personale alla slovena Tina Maze, bronzo all'austriaca Fenninger. Manuela Moelgg soltanto 11ma

La campionessa del mondo di slalom gigante è la francese Tessa Worley che riporta il suo Paese in testa al medagliere ai Mondiali. Ha vinto a Schladming la gara iridata in 2.08.06. Argento e terza medaglia personale alla slovena Tina Maze in 2.09.18 e bronzo all'austriaca Anna Fenninger in 2.09.24. Non bene l'Italia con Manuela Moelgg 11ma in 2.11.39 , migliore delle azzurre.

Il presidente francese, François Hollande, ha rivolto le sue "più vive congratulazioni" a Tessa Worley, ldiventata campionessa del mondo nello slalom gigante. "Tengo a esprimere le mie più vive congratulazioni a Tessa Worley per il suo titolo di campionessa del mondo nello slalom gigante", si legge in una nota diffusa dall'Eliseo. "Dopo la medaglia di bronzo nei campionati di Garmisch-Partenkirchen (nel 2011), ora ottiene la consacrazione del suo talento", aggiunge il presidente. Per l'Eliseo, insieme a Marion Rolland in discesa libera, "questa nuova vittoria prova l'eccellenza dello sci francese e lascia augurare il meglio per le Olimpiadi di Soci nel 2014".

Azzurre male anche nella prima manche - Nella prima manche dello slalom gigante di Schladming era al comando la francese Tessa Worley in 1.04.90. Secondo e terzo tempo per le austriache Kathrin Zettel (1.05.42) ed Anna Fenninger (1.05.75). Per l'Italia la migliore era stata Irene Curtoni in 1.07.00, 12ma. Più indietro Manuela Moelgg in 1.07.47. In fortissimo ritardo (1.08.10) l'altoatesina Denise Karbon. Fuori è finita, cadendo senza danno per un errore, Nadia Fanchini. Solo quarta in 1.05.99 la slovena Tina Maze, detentrice del titolo con distacchi forti anche per altre atlete molto brave in gigante come la tedesca Viktoria Rebensburg (+2.07) o la finlandese Tanja Poutiainen (+2.55). Alla gara partecipavano 139 atlete, record a un Mondiale, con la presenza di sciatrici che non sono presenti in Coppa del mondo.