Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
13 marzo 2013

Nebbia a Lenzerheide: niente discese. Coppa a Svindal e Vonn

print-icon
len

Nebbione a Lenzerheide, niente gare uomini e donne

Annullate per maltempo le ultime libere uomini e donne della stagione 2012-2013. Per il norvegese è la seconda coppa stagionale: ha infatti già vinto quella di supergigante. L'americana vince con 340 punti contro i 339 della slovena Tina Maze

Dopo una lunga serie di rinvii per nebbia, alle Finali di Coppa del Mondo di Lenzerheide è stata definitivamente annullata l'ultima discesa uomini della stagione 2012-2013. La gara non sarà recuperata e dunque resta valido il punteggio attuale di disciplina con assegnazione della coppa di discesa al norvegese Aksel Svindal. con 439 punti.

Niente da fare pertanto per gli azzurri Dominik Paris (378 punti) e Christof Innerhofer (370) che erano ancora in corsa per la conquista della prestigiosa coppa insieme all'austriaco Klaus Kroell (381 punti). Mai nessun azzurro è riuscito nella storia della coppa a vincere il trofeo di discesa. Nonostante la delusione per l'annullamento della gara, agli italiani resta la soddisfazione di essere stata la squadra più forte della stagione con tre vittorie per Innerhofer e due per Paris. Svindal ha vinto una sola volta ma è stato più regolare ai vertici delle classifiche delle diverse gare.

Per Svindal è la seconda coppa stagionale: ha infatti già vinto quella di supergigante. La mancata disputa della discesa paradossalmente danneggia però il norvegese nella corsa per la conquista della coppa generale contro l'austriaco Marcel Hirscher. Con un buon risultato nella disciplina veloce, infatti, Svindal avrebbe potuto avvicinarsi in classifica all'austriaco che è uno specialista delle discipline tecniche.

E dopo l'annullamento della discesa uomini, alle finali di cdm di Lenzerheide è arrivata anche la cancellazione della discesa donne: la coppa del mondo è stata così vinta a tavolino dalla statunitense Lindsey Vonn che era al comando della classifica di disciplina. Vonn - infortunatasi gravemente in febbraio ai Mondiali di Schladming - era al comando con 340 punti contro i 339 della slovena Tina Maze. La slovena ha così perso la possibilità storica di vincere non solo la coppa del mondo, ma anche tutte le coppe di disciplina.